Campolongo Tapogliano potenzia le donazioni di sangue

Reading Time: 2 minutes

Si punta a un incremento del 10% nell’anno. Positiva la risposta dei donatori all’arrivo dell’autoemoteca

Condividi
L'autoemoteca AFDS a Campolongo Tapogliano

CAMPOLONGO TAPOGLIANO – Ha fatto tappa nel piazzale antistante al Comune di Campolongo Tapogliano l’Autoemoteca dell’Associazione Friulana Donatori di Sangue, per le attività nei territori legate alla donazione di sangue e di emoderivati. Sono state 28 le donazioni effettuate.

Il nuovo corso

Questo è il primo appuntamento istituzionale per la presidenza di Federico Monti, da poco eletto coordinatore della locale Sezione AFDS, sezione che nel scorso del 2023 ha fatto registrare numeri da record in quanto a donazioni e incremento di soci. “Innanzitutto – commenta il nuovo presidente – vorrei ringraziare chi ha permesso lo svolgimento di questa giornata: il Gruppo Sportivo dei Donatori che ha messo a disposizione le sue attrezzature per l’accoglimento delle persone e i membri del consiglio direttivo che hanno dato la loro disponibilità a coordinare le attività. Dopo i risultati dello scorso anno, ci poniamo l’obiettivo di proseguire con l’incremento delle donazioni, aumentando di almeno il 10% il numero delle stesse e la quantità di sangue ed emoderivati prodotti”.

Informazione e prossimi appuntamenti

“È necessaria – aggiunge Monti – la continua informazione riguardante il valore del dono a partire dalle scuole, coinvolgendo maggiormente i giovani che ancora non si sono avvicinati a questa pratica così importante, atto di grande solidarietà e generosità che può fare la differenza nella vita di molte persone. Ogni anno, in Italia e nella nostra regione, migliaia di pazienti hanno bisogno di trasfusioni di sangue per sopravvivere”.

Il prossimo appuntamento per la locale sezione è la donazione collettiva del 3 marzo presso il Centro Trasfusionale di Palmanova: “Il nostro coordinatore dei donatori, Fabiano Tomasin, è a disposizione per registrare le disponibilità di donatrici e donatori”, conclude Monti.

Visited 5 times, 1 visit(s) today
Condividi