Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 7 al 13 maggio

Cultura e Spettacolo
03 maggio 2018

Le promesse della musica protagoniste a Palmanova

di redazione (fonte Concorso Città di Palmanova)
Oltre mille giovani musicisti si esibiranno nella città stellata nell'ambito del concorso internazionale
CONDIVIDI
25071
Cultura e Spettacolo
03 maggio 2018 di redazione (fonte Concorso Città di Palmanova)

Su promozione dell’Accademia Musicale Città di Palmanova, della Scuola di Musica Comunale di Bagnaria Arsa e della Scuola di Musica Comunale di Mossa (Rete “Legatura di Valore”) Palmanova ospiterà, dal 7 al 13 maggio, la sesta edizione del Concorso Internazionale Musicale Città di Palmanova, evento organizzato in collaborazione con i Comuni di Palmanova, Bagnaria Arsa, Mossa e con il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia (nonché, per la prima volta, dei Comuni di Grado e Aquileia).

Ad accogliere la manifestazione, che culminerà nell'assegnazione del Premio Palmanova Città Unesco, destinato alle scuole, e del Premio corale Lucia Ferigutti, entrambi rivolti a giovani esecutori fino ai 24 anni d'età, sarà il teatro comunale Gustavo Modena.

Due sezioni di concorso. La prima riguarda il Premio Palmanova Città Unesco riservato alle scuole e si articola nelle categorie solisti (con vari strumenti: pianoforte, archi, chitarra, arpa, fiati, fisarmonica e percussioni), musica da camera, orchestre e cori scolastici, che si esibiranno davanti alla giuria da lunedì 7 a sabato 12 maggio. La seconda, collegata al Premio corale Lucia Ferigutti, è rivolta ai cori di voci bianche e giovanili (con un numero di componenti non inferiore alle 15 unità): la giornata d'"esame" sarà sabato 12 maggio, in fascia pomeridiana. Si tratta di un concorso unico in regione, perché abbraccia tutti i gradi dell'istruzione scolastica, dalle primarie ai conservatori, includendo i licei a indirizzo musicale. Con l’aggiunta delle scuole di musica private, cui l'edizione 2018 è aperta, il panorama è davvero ampio e qualificato.

I partecipanti saranno 1.150. Ambedue le sezioni sono riservate a giovani esecutori fino ai 24 anni d'età, iscritti a scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, secondarie di primo e secondo grado a indirizzo musicale, scuole di musica private e conservatori. I candidati possono iscriversi a più categorie e,  qualora lo ritengano opportuno, anche a una categoria superiore a quella di appartenenza. Le prove degli iscritti saranno aperte al pubblico. Tutti gli ordini di concorso potranno presentare un programma a propria scelta, di durata variabile a seconda delle fasce d'età e comunque racchiuso fra un minimo di 4 minuti (per i più piccoli, gli allievi delle scuole primarie) e un massimo di 20 (per gli universitari). Programma libero anche per i partecipanti al Premio Lucia Ferigutti, con due requisiti: andranno proposti almeno tre brani,  di cui uno a cappella, e l’elaborazione di un canto popolare della regione di provenienza del coro.

Il team dei giurati sarà composto da insegnanti e personalità di fama del panorama musicale nazionale e internazionale: presidenti saranno i maestri Franco Poloni, per la giuria scuole, e Fabio Alberti (sezione cori). La votazione sarà espressa in centesimi, a scrutinio segreto: la giuria potrà assegnare premi ex-aequo e avrà la facoltà di non conferire riconoscimenti qualora ritenga inadeguato il livello raggiunto dai candidati. Sarà inoltre disponibile a incontrare questi ultimi per un breve commento sulle esecuzioni dopo le premiazioni, a chiusura delle categorie.

La cerimonia di consegna del Premio Palmanova Città Unesco è in calendario per domenica 13 maggio, alle 18, al teatro Modena; quella del Premio Lucia Ferigutti, invece, per sabato 12 maggio, nella stessa sede, alle 20.30. Entrambe le cerimonie saranno accompagnate da un concerto dei vincitori.

In tutte e due le sezioni di concorso il primo premio assoluto sarà conseguito con un punteggio racchiuso nella fascia 98-100/100; primo premio con punteggio da 95 a 97/100, secondo da 91 a 94/100, terzo da 85 a 90/100; premio merito, infine, da 80 a 84/100.

Per entrambe le sezioni di concorso è prevista l'assegnazione di una serie di borse di studio. Quattro, del valore di 200 euro ciascuna, quelle per i solisti: ne beneficerà chi avrà ottenuto il miglior punteggio fra i primi assoluti. Due borse di studio andranno ai candidati delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, secondarie di primo e secondo grado a indirizzo musicale, le altre due sono riservate ai candidati delle scuole di musica private e dei conservatori. Quattro borse di studio, da 250 euro l'una, anche per la sezione musica da camera (sempre a chi otterrà il miglior punteggio fra i primi assoluti e con una  ripartizione analoga a quella sopra citata) e ulteriori quattro, da 350 euro ciascuna, per le orchestre e i cori scolastici. Sono infine previste due borse di studio di 500 euro l'una per l'istituto (fra scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e secondarie di primo e secondo grado a indirizzo musicale) che avrà totalizzato il miglior punteggio, sommando i primi 4 punteggi migliori conseguiti dai propri iscritti, e per le scuole di musica private e conservatori che vanteranno il medesimo risultato. Infine: una borsa di studio di 500 euro (battezzata "Palmanova Città Unesco") andrà alla scuola che avrà ottenuto il maggior numero di premi dagli 85/100 in su fra tutti gli istituti partecipanti.

Per il "Premio corale Lucia Ferigutti", quattro (ripartite fra le due categorie) le borse di studio a disposizione di chi avrà totalizzato un punteggio dal 95 al 100/100: primo premio 400 euro, secondo 250. Verrà poi conferito il Premio Corale Lucia Ferigutti (400 euro) al coro che avrà ottenuto il punteggio migliore tra le categorie della regione Friuli Venezia Giulia. Previsti pure dei premi speciali, che consistono in varie pubblicazioni di musica corale per voci bianche e giovanili: spetteranno al coro che eseguirà il miglior programma e a quello che arriverà da più lontano. Verrà infine assegnato un diploma di distinzione al miglior direttore e uno di partecipazione a tutti i cori.

Commenti (0)
Comment