Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 18 al 23 marzo

Cultura e Spettacolo
10 marzo 2014

A Duino la “Festa della letteratura e della poesia”

di Giulia Basso
Sei giornate di incontri, reading e workshop rivolti ai giovani poeti di tutto il mondo.
CONDIVIDI
4457
Il Castello di Duino
Cultura e Spettacolo
10 marzo 2014 di Giulia Basso

Dieci anni di poesia, da festeggiare nel luogo dove sono di casa: lo splendido Castello di Duino e la città di Trieste, che anche quest’anno ospiteranno la “Festa della letteratura e della poesia”: una settimana d’incontri letterari, dal 18 al 23 marzo, che culminerà con la premiazione del X Concorso Internazionale di Poesia Castello di Duino.

Un concorso dai numeri importanti: solo quest’anno ha visto la partecipazione di 950 concorrenti provenienti da 90 Paesi di ogni angolo del globo, dalla Turchia alla Cina, dall’Argentina allo Sri Lanka, dall’Ungheria al Ghana, e nei suoi dieci anni di vita ha coinvolto ben 10.000 giovani poeti  e un pubblico sempre più numeroso e appassionato. È uno dei più importanti premi letterari riservato ai giovani, riconosciuto dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, che sin dalla sua prima edizione ha concesso annualmente il patrocinio. Il concorso richiamerà anche quest’anno a Trieste giovani autori di tutto il mondo, per conferire il 23 marzo, al migliore in assoluto, la medaglia del Presidente della Repubblica, nell’ambito di una cerimonia di premiazione che si svolgerà nella suggestiva cornice del Castello di Duino.

Riservato ai poeti fino ai 30 anni di età, il concorso prevede  una graduatoria speciale per i giovanissimi (under 16), a uno dei quali è assegnata la targa dedicata a Sergio Penco (compianto membro della giuria, generoso e raffinato poeta amico dei giovani), una sezione riservata alle scuole e una sezione teatrale. Una giuria di altissimo livello, composta di critici letterari, poeti e docenti universitari di letterature comparate, valuta le poesie nella lingua madre degli autori. Ma a rendere peculiare il concorso è la sua ispirazione: promosso dall’Associazione di volontariato “Poesia e Solidarietà” di Trieste, rientra in un vasto progetto basato sull’idea che la parola poetica e il dialogo senza confini possano promuovere il pacifico confronto sui valori. 

Sono numerose le personalità che negli anni hanno condiviso questa impostazione, partecipando alla manifestazione come testimonials (tra gli altri gli scrittori Boris Pahor, Titos Patrikios, Dieter Schlesak, Arben Dedja, Tonko Maroevic, Boris Novak, Tozan Elkan, Alberto Garlini), e le istituzioni che lo appoggiano fin dalla nascita. Il testimonial di quest’anno sarà il poeta Davide Rondoni. E a discutere con i giovani poeti del premio “Castello di Duino” arriveranno a Trieste anche lo scrittore, giornalista e critico letterario Paolo di Paolo, finalista del Premio Strega 2013 e vincitore del Premio Salerno Libro d'Europa e del Premio Fiesole con “Mandami a dire”, nonché finalista nel 2003 del Campiello Giovani, e la scrittrice e poetessa Michela Monferrini, past winner del concorso “Castello di Duino” e finalista del Campiello Giovani 2008 e Calvino 2012.

A testimonianza del forte impegno civile che caratterizza il Concorso Internazionale di Poesia “Castello di Duino” ad ogni edizione i giovani vincitori offrono una parte del loro premio in solidarietà e, per volontà di Antonietta Risolo, titolare della Casa Editrice Ibiskos Risolo, anche il ricavato del libro che raccoglie le poesie dei vincitori va alla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, per i bambini vittime di guerra

A fare da corollario alla premiazione del concorso anche quest’anno ci saranno molte iniziative collaterali: dal 18 al 23 marzo, passando per il 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia proclamata dall’Unesco, Duino e Trieste si trasformeranno in un grande laboratorio poetico-letterario.

Commenti (0)
Comment