Ospedale di Verona: miglioramento sismico grazie a Cimolai

Reading Time: 2 minutes

Commessa da 40 milioni di euro per la realtà friulana che realizzerà 19 torri reticolari sismo resistenti alte 44 metri

Condividi
L'Ospedale Borgo Roma a Verona

L’Ospedale Borgo Roma a Verona

PORDENONE – Cimolai SpA ha avviato i lavori per il miglioramento antisismico dell’Ospedale Borgo Roma di Verona.

La commessa, del valore di 40 milioni di euro, affidata dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, prevede il miglioramento sismico a protezione dei corpi di fabbrica dell’ospedale scaligero, tra i più grandi d’Italia.

Cimolai SpA ha eseguito la progettazione esecutiva dell’intervento, approvata a marzo 2024, che consiste nella realizzazione di una struttura reticolare di acciaio zincato del peso complessivo di circa 6.600 tonnellate che avvolgerà l’edificio.

Si tratta di una struttura metallica esterna, comunemente chiamata esoscheletro, composta da 19 torri reticolari sismo resistenti, alte circa 44 metri ciascuna, collegate tra loro da travi reticolari, che si aggiungeranno ad altre 2 torri già realizzate, che saranno rinforzate e collegate alle nuove strutture in modo da realizzare una sorta di armatura esterna composta da 21 torri totali.

Rendering dell'intervento
Rendering dell’intervento

L’opera, progettata per il retrofit sismico delle strutture esistenti a bassa capacità dissipativa, sarà capace di incrementare significativamente le prestazioni di resistenza e rigidezza in caso di terremoto.

Il progetto di Cimolai SpA si caratterizza anche per il sistema di montaggio che prevede l’utilizzo di una gru a torre installata sul tetto dell’ospedale.

I lavori, la cui conclusione è prevista per la fine del 2028, si inseriscono nel restyling generale del policlinico veronese, che include anche il rifacimento di reparti, stanze di degenza, ascensori e impianti.

I cantieri per il miglioramento sismico non incideranno sulla regolare operatività dell’Ospedale, che sarà assicurata nell’intero arco temporale, senza mai interrompere la continuità assistenziale.

Questa commessa rientra nel portafoglio ordini di oltre 800 milioni di euro che il Gruppo Cimolai ha inserito nel bilancio 2023, e conferma la solidità industriale dell’azienda, che continua ad essere scelta, anche sul mercato italiano, come partner di fiducia per la costruzione di grandi opere.

Visited 31 times, 1 visit(s) today
Condividi