Gorizia: inaugurato il murales di Davide Comelli

Reading Time: 3 minutes
Condividi

L’opera dell’artista triestino, realizzata su una parete della sede di Confcommercio per contrastare il degrado urbano

Condividi

(ph. Studio Sandrinelli)

GORIZIA – La street art come strumento di rigenerazione urbana e racconto dell’identità di un territorio. È con questo intento che Associazione Macross e Confcommercio Gorizia hanno collaborato con il noto street artist triestino Davide Comelli alla realizzazione del murales presentato questo pomeriggio presso la sede di Confcommercio Gorizia.

L’opera è stata infatti realizzata su una parete che ospita la sede dell’associazione di categoria goriziana, – all’interno del parcheggio tra via Locchi e via IX Agosto – e racconta l’identità del territorio goriziano, il legame tra centro e periferia e fra Gorizia e Nova Gorica. Il tutto attraverso l’arte e il carattere borderless che accompagna il territorio verso GO!2025.

Presenti, oltre all’artista Davide Comelli e al Presidente di Associazione Macross Mattia Campo Dall’Orto: il vicesindaco di Gorizia Chiara Gatta; il questore di Gorizia Luigi Di Ruscio; il Presidente di Confcommercio Gorizia Gianluca Madriz; il Direttore di Confcommercio Gorizia Monica PaoletichColdiretti Gorizia, insediata nell’area con il mercato di Campagna Amica, con cui Confcommercio collabora per promuovere nuove interazioni e attività di rigenerazione del quartiere.

UN’OPERA DI ARTE URBANA

Il murales realizzato da Davide Comelli è un esempio di Arte Urbana. L’idea da cui parte la progettazione del bozzetto ha origine dalla volontà di rappresentare l’identità del territorio goriziano, partendo dalla sua radice più originale: il legame con la terra e il suo lavoro. Raffigurare nel centro di Gorizia elementi che hanno un rapporto con la sua campagna suggerisce un legame tra centro e campagna, avvicinando e sfumando un confine che non solo si definisce tra città e periferia ma che lega e accomuna in maniera imprescindibile anche il territorio di Gorizia e Nova Gorica.

CONFCOMMERCIO GORIZIA AL FIANCO DELL’ASSOCIAZIONE MACROSS

(ph. Studio Sandrinelli)

L’opera è un esempio di utilizzo dell’arte come veicolo di sensibilizzazione contro il degrado urbano e quindi di rigenerazione urbana che l’associazione di categoria goriziana promuove fra le sue attività: fra queste il progetto La Via del Borgo, che vede Confcommercio Gorizia coordinatore del cluster nell’ambito del Bando Borghi finanziato dal PNRR.

Il murales è il risultato dei concetti emersi durante il laboratorio di game-based learning e design thinking organizzato nei mesi scorsi dall’Associazione Macross per Confcommercio Gorizia all’interno del progetto MIXIDEE, cofinanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia tramite l’avviso pubblico del 2023 per la concessione di contributi a sostegno di iniziative progettuali riguardanti attività culturali da attuare per favorire l’incontro del mondo produttivo con la creatività. I concetti emersi dal laboratorio sono stati successivamente raccolti e rielaborati da Comelli, che con la sua prima realizzazione artistica sul territorio di Gorizia contribuirà a trasformare questo spazio a rischio degrado nel cuore della città.

Obiettivo è puntare i riflettori su spazi urbani abbandonati e minacciati dal degrado, unendo creatività urbana e operatori economici e portando così valore nello spazio pubblico con la creazione di opere d’arte di cui tutta la comunità può godere.

CONTRASTARE IL DEGRADO URBANO

Contrastare il degrado urbano grazie alla creatività, ispirare le nuove generazioni, trasmettere l’importanza di prendersi cura del proprio territorio. Sono questi i concetti che evidenziano Mattia Campo Dall’Orto, Presidente Associazione Macross, Gianluca Madriz, Presidente Confcommercio Gorizia e l’artista Davide Comelli.

Visited 198 times, 1 visit(s) today