Alberi monumentali: contributi per la salvaguardia

Reading Time: 2 minutes

I Comuni potranno presentare domanda entro il 31 maggio. FVG regione con il maggior numero di esemplari censiti

Condividi

CODROIPO – Villa Manin di Passariano ha ospitato la giornata tecnica dal titolo “Alberi monumentali Fvg: norme tecniche e regolamento per la concessione di contributi“.

Scopo dell’incontro l’approfondimento delle novità introdotte dal nuovo regolamento redatto dal gruppo di lavoro “Alberi e verde urbano”, che vede Regione e enti locali lavorare assieme sul tema della cura e salvaguardia degli alberi monumentali e per assicurare specifiche linee contributive.

“Il Friuli Venezia Giulia è la regione con il maggior numero di alberi censiti (1.465, circa il 10% del totale in Italia) e la prima ad aver istituito anche la categoria degli alberi notevoli (di cui fanno parte circa 500 esemplari), ovvero quelli che crescendo potrebbero in futuro diventare monumentali. Abbiamo innovato in modo importante il regolamento preesistente per sostenere tutte le nostre Amministrazioni comunali, dalle più grandi alle più piccole, nell’attività di gestione del verde pubblico”, ha affermato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Cristina Amirante.

Le principali novità contenute nella norma riguardano l’estensione della contribuzione a piani di gestione su base triennale (anziché annuale) e nuove linee guida che includono la gestione di alberi notevoli e di pregio.

“Piante di simili dimensioni ed età – ha osservato l’assessore – necessitano di interventi di lunga programmazione per essere mantenute nel tempo. Inoltre, è importante fare in modo di rendere meno frammentata l’estensione del verde urbano sul territorio e, a tale scopo, è stato definito un impianto regolatorio di gestione uniforme per tutte le aree della regione”.

Il gruppo di lavoro Regione – enti locali che ha elaborato il regolamento, istituito alla fine del 2023, riunisce gli esperti del settore del territorio e vede come Comuni capigruppo le Amministrazioni di Gorizia, Grado, Pordenone, Tavagnacco, Trieste e Udine.

Le domande di contributo potranno essere effettuate dall’1 al 31 maggio prossimi a valere sul 2024, utilizzando il portale istituzionale online della Regione Friuli Venezia Giulia.

Visited 69 times, 1 visit(s) today
Condividi