Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuova scadenza il 15 aprile

Cultura e Spettacolo
23 marzo 2020

Piano City Pordenone, iscrizioni prorogate

di redazione (fonte Piano City Pordenone)
La grande festa del pianoforte in programma dal 19 al 21 giugno. Candidature aperte anche per i pordenonesi interessati a ospitare un house concert nella propria abitazione
CONDIVIDI
33341
(© Francesca Oberhauser)
Cultura e Spettacolo
23 marzo 2020 di redazione (fonte Piano City Pordenone)

Posticipato al 15 aprile il termine entro cui i pianisti potranno inviare la propria candidatura per partecipare alla seconda edizione di Piano City Pordenone, il festival pianistico in programma anche quest’anno nel terzo fine settimana di giugno, dal 19 al 21.

«Abbiamo ottenuto numerose candidature, ciò nonostante nei giorni scorsi abbiamo deciso di prorogare il termine di presentazione delle candidature come atto di solidarietà verso i pianisti, visto il difficile frangente e le difficoltà che in questo momento i musicisti attraversano nel poter programmare l’agenda dei prossimi mesi» spiega Luigi Rosso, presidente del Comitato Piano City Pordenone, associazione che organizza la manifestazione.

I pianisti potranno proporre la propria candidatura accedendo direttamente al sito dell’associazione (www.pianocitypordenone.it).

Candidature aperte anche per i privati interessati a ospitare un house concert nella propria abitazione, in pieno spirito cameristico, dal Settecento direttamente al 2020.

Piano City Pordenone è la festa del pianoforte che per tre giorni riempie di musica la città con un programma di concerti distribuiti in tutta la giornata, dal mattino alla sera. Il festival nasce a Berlino da un’idea del pianista tedesco Andreas Kern e si è poi diffuso in alcune delle principali città europee e italiane (Milano, Napoli, Palermo, Barcellona, Novi Sad che nel 2021 sarà la capitale europea della cultura) e quest’anno anche a New York.

Commenti (0)
Comment