Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Le anticipazioni di "Contaminazioni digitali"

Cultura e Spettacolo
16 maggio 2019

Parte dal Collio il Festival multimediale itinerante

di redazione (fonte CSS Udine)
L'esordio all'Ara Pacis di Medea. Poi tappe a Cormòns e Artegna per due week end all'insegna di arte e tecnologia
CONDIVIDI
29608
Cultura e Spettacolo
16 maggio 2019 di redazione (fonte CSS Udine)

Arte e tecnologia si incontrano a Contaminazioni digitali, il Festival multimediale itinerante all’insegna della sperimentazione, compenetrazione e interconnessione dei linguaggi artistici contemporanei.

L’Ara Pacis Mundi di Medea e gli spazi urbani, gli edifici, i giardini di Cormòns e Artegna diventano, a partire da giovedì 6 giugno per due weekend (6 giugno Medea, dal 7 al 9 giugno Cormòns, dal 21 al 23 giugno Artegna), protagonisti di performance, video, concerti, mostre fotografiche, street art, proiezioni e workshop che intercettano territori d’esperienze condivise con il pubblico e spazi collettivi di svago.

Leonardo. Corpi e anime è il focus della terza edizione del Festival, promosso dal Comune di Artegna e dal Comune di Cormòns e curato dall’Associazione Quarantasettezeroquattro in collaborazione con il CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con il contributo di Regione Friuli Venezia Giulia e Camera di Commercio della Venezia Giulia.

A inaugurare Contaminazioni digitali, giovedì 6 giugno ore 21.30 all’Ara Pacis Mundi sul colle di Medea, lo spettacolo multimediale 1918: Un mondo nuovo? che coniuga i linguaggi del teatro e della musica con le potenzialità espressive offerte dalla tecnica del videomapping architetturale. Scritto e realizzato dall’Associazione 47/04 con gli studenti del Liceo Petrarca di Trieste, lo spettacolo  intende raccontare le conseguenze della Prima guerra mondiale sulle popolazioni e le società europee.

Fra i protagonisti in programma domenica 9 giugno ore 18 a Cormòns (Piazza XXIV maggio) la compagnia di danza contemporanea Arearea riscopre e trasforma spazi dell’agire quotidiano in luoghi performativi con lo spettacolo di danza urbana itinerante Le Mura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A seguire, chiude la giornata alle ore 21.30 a Cormòns, sempre in piazz, il rapper e cantautore friulano Doro Gjat con il suo nuovo live show Il ragazzo Doro. Il concerto/spettacolo alterna alla musica suonata assieme alla sua band, formata da Elvis Fior alla batteria, Luca Moreale alla chitarra e ai cori, Mirko Caso al basso e Giacomo Santini alla chitarra acustica e alle percussioni, parti recitate.

Commenti (0)
Comment