Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Operai al lavoro

Attualità
15 maggio 2018

Ciclabile per Grado, dopo le polemiche si sfalcia l'erba

a cura della redazione
Nei giorni scorsi numerosi ciclisti si erano lamentati per l'incuria del verde nel tratto compreso tra i comuni di Terzo e Aquileia, di competenza di FVG Strade
CONDIVIDI
25304
La ciclabile invasa dall'erba domenica 13 maggio (ph. Claudio Pizzin)
Attualità
15 maggio 2018 della redazione

Dopo le proteste sui social nei giorni scorsi e le richieste di intervento anche da parte del mondo politico e amministrativo, oggi è iniziato lo sfalcio dell'erba lungo la pista ciclabile Alpe Adria che conduce a Grado, in particolare nel tratto che interessa i comuni di Terzo di Aquileia e Aquileia, di competenza della Regione che ha affidato la manutenzione a FVG Strade.

Negli ultimi tempi l'erba - come dimostrato dalle immagini realizzate domenica scorsa dal nostro Claudio Pizzin - aveva di fatto invaso la carreggiata ciclabile, rendendo pericoloso il transito dei ciclisti costretti a improvvisi cambi di corsia. Da qui le lamentele e le segnalazioni dell'utenza, tra cui famiglie con bambini e turisti del nord Europa che in numero sempre maggiore utilizzano il percorso ciclabile da Salisburgo a Grado per raggiungere l'isola del sole.

Domenica scorsa, complice anche l'annunciata esibizione delle Frecce Tricolori a Grado, numerosi appassionati e curiosi avevano deciso di raggiungere la località balneare in bici per assistere all'Air Show. La pista ciclabile invasa dall'erba non ha offerto un bel biglietto da visita, sollevando una nuova ondata di critiche. 

Con lo sfalcio odierno la situazione dovrebbe tornare alla normalità, confidando che la manutenzione di uno dei fiori all'occhiello della viabilità ciclistica del nostro territorio possa godere in futuro di maggiore attenzione dalle realtà preposte alla sua manutenzione.

 

Commenti (0)
Comment