Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie al rafting itinerante

Turismo
12 maggio 2017

Scoprire il Friuli lungo i suoi fiumi

di redazione (fonte Ufficio stampa Visitait.it)
Dal Tagliamento allo Stella, ma anche Ledra, Fella e Leale: escursioni su gommoni con una guida naturalistica e una speleologica
CONDIVIDI
19301
(ph. visitait.it)
Turismo
12 maggio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Visitait.it)

Nel 2017 ritorna il rafting in Friuli Venezia Giulia e si estende a percorsi fluviali inediti. La neonata collaborazione tra Claudio Salvalaggio (Guida Naturalistica FVG AIGAE), Alessandro De Santis (Guida Speleologica FVG) e Visitait.it (booking online di attività outdoor in Italia), infatti, propone un’attività “itinerante”, potenzialmente organizzabile in qualsiasi fiume o torrente navigabile con un gommone.

Fino a settembre i corsi d’acqua del Tagliamento, Ledra, Stella, Fella, Leale saranno teatro di un’esperienza che unisce allo sport anche una componente naturalistica e paesaggistica che lo differenzia dal più tradizionale e conosciuto “white water rafting” praticato tra le rapide e le “acque bianche”.

“Per le prime uscite afferma Claudio Salvalaggio abbiamo proposto un percorso di rara bellezza, che si sviluppa sul Tagliamento, patrimonio regionale considerato unico esempio rimasto in Europa di fiume non antropizzato ne irreggimentato. I suoi rami intrecciati si trasformano di mese in mese a ogni piena, per la naturale erosione e per l’apporto di ghiaia, rendendo le discese sempre diverse.”

“I percorsi – aggiunge Alessandro De Santis – sono adatti a tutti in quanto non presentano eccessivi gradi di difficoltà. La flotta è organizzata con raft (gommoni) da 8 posti, condotti da guide formate presso la Federazione Italiana Rafting (F.I.Raft). A ogni partecipante viene fornito il materiale necessario per svolgere l’attività (muta, caschetto, giubbotto salvagente, pagaia). Prima della partenza è previsto un briefing dove vengono illustrate le caratteristiche dell’ambiente fluviale, le norme e regole relative alla sicurezza, le tecniche che saranno impiegate per la conduzione del raft (gommone). Durante la discesa si utilizzano manovre e tecniche fluviali per affrontare alcuni peculiari passaggi che rendono l’esperienza più coinvolgente ed emozionante”.

Anche Federico Crosato, CEO di Visitait.it, ha espresso la sua soddisfazione in merito alla nuova collaborazione, con queste parole: Il rafting sul Tagliamento (clicca qui per info) verrà proposto anche il 24 e 25 giugno in occasione di Aria di Festa a San Daniele.

Commenti (0)
Comment