Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Successo per le "Serate Gozziane"

Cultura e Spettacolo
31 agosto 2016

L'età dell'oro lungo il Meduna

a cura della redazione
L'influsso delle famiglie veneziane nel territorio pordenonese del Settecento: a Visinale una rievocazione speciale tra cultura e gastronomia
CONDIVIDI
15543
(ph. Ufficio stampa Serate Gozziane)
Cultura e Spettacolo
31 agosto 2016 della redazione

Bilancio positivo a Visinale di Pasiano di Pordenone per l’edizione 2016 de le Serate Gozziane, manifestazione di promozione culturale, enogastronomica e turistica del territorio attraverso la rievocazione dell’età dell’oro del centro in riva al fiume Meduna, il Settecento, quando era meta della villeggiatura delle nobili famiglie veneziane. Proprio a due di esse, i Gozzi e i Querini e ai rapporti che intrattenevano durante i soggiorni visinalesi, è stata dedicata quest’ultima edizione che tra concerto, conferenza e cena con gran galà ha visto per due giorni Visinale tornare indietro nel tempo. Organizzazione a cura della Pro Loco Quadrifoglio e dall’Associazione Pietro Querini, con il patrocinio del Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia e del Consorzio tre le Pro Loco del Sanvitese e del Sil.
“Un progetto che si sta sviluppando in questi ultimi anni - ha dichiarato Sonia Trevisan presidente della Pro Loco Quadrifoglio - e che promuove il nostro territorio attraverso appuntamenti unici nel panorama delle rievocazioni del Friuli Venezia Giulia, andando a sviluppare temi legati al Settecento. La risposta del pubblico è stata positiva e stiamo già studiando eventi futuri”.
Nella Chiesa parrocchiale Santa Maria degli Angeli di Visinale il “Concerto per i nobili Gozzi e Querini in villeggiatura a Visinale”, inserito pure all’interno del programma dell’Altolivenza Festival 2016, ha visto il pubblico apprezzare le musiche e anche la conferenza introduttiva del professor Pier Carlo Begotti sulle “Presenze ebraiche tra Livenza e Tagliamento nei secoli XIV-XVIII”.

Nella vicina sala della Pro Loco Quadrifoglio, con tanto di figuranti in costume settecentesco, la cena e gran galà “I Querini e i Gozzi in una serata tra sapori e cultura” ha visto gustose pietanze a base di baccalà alternarsi a letture di poesie dedicate alla contessa Marina Querini Benzon, protagonista di un salotto letterario che nella seconda parte del Settecento a Venezia vide illustri ospiti. Hanno portato i saluti istituzionali nell’occasione la contessa Franca Zennaro Querini presidente dell’Associazione Pietro Querini, l’assessore alla cultura di Pasiano di Pordenone Tiziana De Bortoli, il presidente della Confraternità del Bacalà di Sandrigo Luciano Righi e lo storico esperto di gastronomia Otello Fabris, mentre le poesie sono state declamate dall’attore Ferruccio Santarossa.

Commenti (0)
Comment