Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentato il cartello di "Musicainsieme"

Cultura e Spettacolo
25 gennaio 2016

A Pordenone la nuova star del pianismo internazionale

a cura della redazione
Domenica 7 febbraio la sudcoreana Chloe Mun, vincitrice dell'ultimo Premio Busoni, incanterà il pubblico con le musiche di Chopin.
CONDIVIDI
12627
Chloe Mun (ph. Ufficio stampa Volpe Sain)
Cultura e Spettacolo
25 gennaio 2016 della redazione

È la concertista del momento, e del futuro: interprete di un pianismo “di sorprendente immaginazione musicale”, appena ventenne e già avviata a una carriera concertistica internazionale che la critica assimila a quella di Marta Argerich. Con la celebre pianista, la sudcoreana Jiyeong Mun – in arte Chloe Mun – condivide il prestigioso palmares che l’ha vista vincitrice assoluta del Concorso di Ginevra 2014 (primo premio all’unanimità) e del Concorso Busoni 2015, prima pianista asiatica a vincere il primo premio dal 1949.

Chloe Mun, grazie al suo approccio assolutamente genuino e naturale verso il pianoforte, grazie al talento cristallino e a una ferrea determinazione, è ormai sulla strada di una brillante carriera su scala mondiale. «Non poteva esserci testimonial migliore della giovane e talentuosa artista – spiega la presidente del CICP Maria Francesca Vassallo – per siglare l’inaugurazione, a Pordenone, della Stagione musicale 2016 del Centro culturale Casa Zanussi di Pordenone e il cartellone della 39^ edizione di Musicainsieme, che Chloe Mun aprirà domenica 7 febbraio (Auditorium Lino Zanussi, ore 11, ingresso libero come per tutti i concerti successivi) e che sarà di scena fino al 6 marzo».

Il 2016 inizia così la sua 53* Stagione Concertistica, per poi svilupparsi nel corso dell’anno con appuntamenti musicali affidati a talenti del territorio e internazionali e con lezioni concerto, seminari di approfondimento, e con il Festival Internazionale di Musica Sacra e il consueto Concerto di Fine Anno al Teatro Comunale Giuseppe Verdi.

Al “tutto Chopin” del concerto inaugurale, con il corposo ciclo dei Preludi, la formula di Musicainsieme prosegue con i concerti dedicati ai migliori allievi dei conservatori triveneti.  Domenica 14 febbraio spazio a due rappresentanti della prestigiosa classe di fisarmonica del Tartini di Trieste, Michele Toppo e Ozren Grozdanić, allievi di Corrado Rojac, celebre virtuoso dello strumento, oltre che apprezzato compositore e didatta. La vetrina internazionale porterà ancora una volta rappresentanti dell’Accademia di Lubiana, domenica 28 febbraio, con il Klaviertrio “Joy” impegnato fra Haydn e Piazzolla, e su uno dei più grandi capolavori per l’Ensemble piano – violino - violoncello, il Primo Trio di Brahms. Gran finale, domenica 6 marzo, con un omaggio alla musica jazz proposto dal Conservatorio di Venezia. L’ensemble Jazz della classe del prof. Arrigo Cappelletti si avvarrà della collaborazione del docente stesso, in veste di esecutore e compositore: testimonianza di come la classe di conservatorio mantenga quella impronta di “bottega d’arte” all’interno della quale il “sapere” e il “saper fare” si tramanda per testimonianza diretta, da maestro ad allievo.

Commenti (0)
Comment