Trieste Atletica leader in Friuli Venezia Giulia

Reading Time: 2 minutes

Trionfo ai Campionati regionali di società su pista andati in scena a Pordenone. Sul podio anche l’Atletica Malignani Libertas Udine e l’Atletica Brugnera Friulintagli

Condividi
Paolo Messina e Marco Miceli

Da sinistra Paolo Messina e Marco Miceli, 1° e 2° sui 400m

PORDENONE – Una due giorni da favola, a conferma di come l’Asd Trieste Atletica Aps sia la leader, al maschile, dell’attività assoluta su pista in Friuli Venezia Giulia.

La società gialloblu ha letteralmente dominato i Campionati Regionali di Società su Pista, andati in scena a Pordenone, proponendo i nomi nuovi del proprio settore giovanile e sfoderando i suoi assi, quegli atleti diventati professionisti ma liberi di gareggiare per la propria società di provenienza ai Cds.

La Trieste Atletica ha raccolto 13.225 punti, precedendo l’Atletica Malignani Libertas Udine (12.529) e l’Atletica Brugnera Friulintagli (12.188).

Il sodalizio, presieduto da Pompeo Tria, ha messo le cose in chiaro già sabato.

Nella gara regina dei 100 m ha prevalso Enrico Sancin, che ha timbrato il suo nuovo primato personale di 10.54, vincendo il duello con il compagno di squadra Leo Oumar Domenis, capace di correre in 10.70 e di possedere, a oggi, i record regionali under 18 dei 100m, 150m, 200m e 300m.

Una tripletta da stropicciarsi gli occhi sui 10.000m di marcia. Il ronchese Emiliano Brigante ha centrato il bersaglio grosso, riscrivendo il primato regionale assoluto che già gli apparteneva, chiudendo la sua fatica dopo 41:38.64. Alle sue spalle hanno trovato spazio Luigi Reis, al nuovo Pb di 43:49.89, e all’allievo Alessio Coppola, in costante ascesa e in grado di strappare, proprio a Brigante, il record regionale under 18 marciando la distanza in 44:24.27.

Ha rispettato i pronostici della vigilia il trio di professionisti formato da Paolo Messina, Jacopo De Marchi e Simone Biasutti. Messina ha conquistato il successo, in scioltezza, sui 400m con il crono di 47.76 mentre a Biasutti è bastata la misura di 15.72m. Sui 1500m il cervignanese Jacopo De Marchi ha prevalso in 3:45.69.

Infine sul gradino più alto del podio è salito il quartetto (Paolo Messina, Enrico Sancin, Angelo Zhu, Leo Oumar Domenis) della 4×100 in 41.71.

Nella seconda giornata domenicale la Trieste Atletica ha ribadito la sua supremazia, gestendo agevolmente il vantaggio di punti accumulato al sabato. Sui 200 m ha brillato ancora Leo Oumar Domenis in 21.51, a 11 centesimi dal recente primato personale, davanti a Enrico Sancin (21.79).

Sul doppio giro di pista (800m), è stata Niccolò Galimi a vincere d’autorità in 1:52.55.

Infine, la vittoria nel salto in alto è stata firmata da Alessandro Castaldo (1.96m) mentre il bis in staffetta, nella 4×400, è stato possibile grazie alla prestazione fornita da Paolo Messina, Niccolò Galimi, Gianluca Maceri, Marco Miceli, primi con il crono di 3:15.82.

Visited 21 times, 1 visit(s) today
Condividi