Ruda consegna le Croci di Malta

imagazine livio nonis

Livio Nonis

2 Giugno 2023
Reading Time: 2 minutes

Fidalmo Morsut e i titolari del Panificio Paviz hanno ottenuto il riconoscimento. Premio speciale per Francesco Gratton

Condividi

RUDA – Il 2 giugno, a Ruda, non si ricorda solamente in modo solenne la nascita della Repubblica, ma è l’occasione per l’amministrazione comunale per conferire i riconoscimenti a chi, tra cittadini e realtà locali, si è particolarmente distinto nel corso dell’anno, con il “Premio Croce di Malta” giunto alla 22a edizione.

La consegna è avvenuta nel cortile dell’ex caserma Jesi, presenti molti labari di associazioni combattentistiche del paese, davanti a un nutrito gruppo di persone, tra cui anche i neo diciottenni ai quali, il sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi Gaia Buttignon, ha consegnato la Costituzione Italiana.

Il sindaco Franco Lenarduzzi ha consegnato a Fidalmo Morsut la Croce di Malta con la motivazione: “Per il suo coinvolgimento nella vita politica, amministrativa e sociale del Comune; per il suo ancora attuale impegno come volontario nella cura dell’area sportiva di San Nicolò; per aver guidato in qualità di dirigente e poi Presidente la Coop Consumatori di Ruda per oltre un trentennio; per il suo essere una persona discreta, modesta e contemporaneamente attiva e partecipe”.

L’altra Croce di Malta è stata assegnata ai titolari del Panificio Paviz con la seguente motivazione: “Per i molti decenni di attività nella panificazione e nella vendita di alimentari nel rispetto della tradizione familiare; per aver gestito non solo un negozio ma anche un luogo d’incontro per la comunità di Perteole; per essersi resi disponibili a portare il pane a domicilio scambiando una parola con le persone più sole”.

Infine il Premio Croce di Malta “Mauro Stafuzza” è stato destinato a Francesco Gratton con la seguente motivazione: “Per il generoso e sempre discreto impegno rivolto verso la comunità rudese, anche come amministratore locale; per aver fatto parte, anche con ruoli dirigenziali, di numerose associazioni culturali e ricreative; per il dono della propria silenziosa collaborazione all’interno della comunità cristiana con profondo spirito di inclusione; per aver contribuito alla crescita di generazioni di “zagos” che di lui serbano un ricordo ricco di affetto”.

Sono stati consegnati anche attestati di benemerenza: alle pallavoliste dell’Istituto Comprensivo Destra Torre, a Sofia Ceppellotti, a Cristian Derosa e alla famiglia Venturini Alberto, Maria Cristina e Andrea.

La commissione che ha determinato questi premi, presieduta dal Sindaco di Ruda Franco Lenarduzzi, era composta da Palmina Mian, Alfonso Marcellino Sgubin, Lorenzo Fumo, Chiara Angeli e Leonardo Godeas e Bruno Berto.

 

Visited 30 times, 1 visit(s) today
Condividi