Ronchi, la Biblioteca stimola le riflessioni dei bambini

imagazine livio nonis

Livio Nonis

1 Marzo 2021
Reading Time: < 1 minute

Progetto #pussaviacoronavirus

Condividi

 

Prosegue a Ronchi dei Legionari il progetto #pussaviacoronavirus ideato dal personale della Biblioteca “Sandro Pertini”.

“La fantasia e la creatività dei più piccoli associata alla loro esperienza è stato un connubio importantissimo per la loro crescita personale e per la loro formazione educativa, nonostante il periodo complicato imposto dalla pandemia”, ha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Ronchi, Mauro Benvenuto.

Un progetto nato dal racconto che un bambino di 8 anni aveva fatto pervenire alla biblioteca.

“Abbiamo compreso – spiegano gli operatori della Pertini – che l’elaborazione di quanto stava accadendo potesse essere terapeutico ed emotivamente d’aiuto per i bambini, e per tutta la comunità. A questo punto abbiamo cominciato a lavorare su questo progetto, per dire innanzitutto ai bambini che noi c’eravamo, c’eravamo ancora e pensavamo a loro. Così, anche con il supporto della scuola, li abbiamo sollecitati a riflettere liberamente e senza vincoli su quanto stavano vivendo. I bambini hanno risposto anche questa volta con entusiasmo. Ci hanno inviato tantissimi disegni, ma non solo; si sono espressi anche con le parole e la musica. Abbiamo sofferto con i toni cupi dei disegni, le rinunce messe nero su bianco, ma abbiamo gioito per ogni arcobaleno, ogni #andràtuttobene, ogni segno di solidarietà”.

Tutti i lavori ricevuti sono stati pubblicati sui canali social della biblioteca.

Condividi