Ritmica, l’ASU “azzurra” pronta a stupire

imagazine_icona

redazione

13 Febbraio 2024 , , ,
Reading Time: 3 minutes

Al via il campionato di Serie A1: le esperienze in Nazionale hanno maturato le atlete friulane. Che puntano in alto

Condividi
La squadra di ritmica 2024

Nella foto, da sinistra: Pigano, Fernandez, Spela Dragaš, Tavano, Rocco, Tara Dragaš, Nutta, Nicola Di Benedetto; in prima fila, da sinistra Mancini, Carino e Marcon

UDINE – L’Associazione Sportiva Udinese non è mai stata così azzurra nella lotta per il titolo italiano.

«Quest’anno, per la prima volta in assoluto, tutte le nostre titolari sono anche individualiste che hanno già rappresentato l’Italia in campo internazionale», ha spiegato la tecnica bianconera, Spela Dragaš, in occasione della presentazione della squadra che scenderà in pedana nella stagione regolare del Trofeo San Carlo Veggy Good, il campionato di serie A1 di ginnastica ritmica che prenderà il via, con la prima prova, il 17 e 18 febbraio.

A seguire ci sarà la tappa a Forlì il 2 e 3 marzo, mentre il 16 e 17 marzo ad Ancona. La Final Six è in programma il 6 e 7 aprile, a Torino.

La nuova stagione sportiva per la disciplina dei piccoli attrezzi vedrà le migliori squadre italiane sfidarsi per il titolo italiano e fra queste anche la compagine bianconera.

«Forti dei risultati maturati in tutti questi anni di serie A – ha sottolineato il presidente dell’Associazione Sportiva Udinese, Alessandro Nutta – e anche della qualità tecnica della nostra squadra, quest’anno puntiamo in alto, consapevoli della capacità di gestione della pedana delle nostre ragazze. Questo gruppo rappresenta la punta di diamante della nostra Accademia, che continua ad attrarre giovani atlete da tutto il mondo. Un gruppo che è cresciuto molto grazie all’impegno messo in palestra, ma anche grazie a un team di professionisti che le sostiene negli allenamenti, e mi riferisco alla coordinatrice di sezione, Magda Pigano, alla squadra tecnica, alla coreografa, al preparatore atletico e al fisioterapista».

LA FORMAZIONE DEL 2024 – Al nono anno consecutivo in serie A1 (la prima volta è stata nel 2015), la ritmica dell’Associazione Sportiva Udinese, che lo scorso anno ha guadagnato il bronzo, scenderà in pedana al palazzetto dello sport di Chieti con la squadra parzialmente rinnovata e, come detto, formata da ginnaste che hanno già rappresentato l’Italia in campo internazionale.

A Tara Dragaš (anno 2007, milita in serie A dal 2017 e dal 2023 è senior) e Isabelle Tavano (sempre anno 2007, a sua volta senior dal 2023, in serie A dal 2020), già reduci del primo assoluto come senior, si uniscono le neo senior, Isabel Rocco (anno 2008 e senior da quest’anno, in serie A dal 2022) e Gaia Mancini (anno 2008 e neo-senior da quest’anno, in serie A dal 2022) che hanno rappresentato l’Italia l’anno scorso in numerose gare junior. L’ultima in ordine di tempo, lo scorso dicembre ai Giochi del Mediterraneo.

Riserva in questo 2024 sarà Noemi Carino, giovanissima neo junior (del 2011, ginnasta molto promettente e componente del gruppo scelto nazionale).

In quanto al prestito straniero si tratta sempre di Anastasia Simakova, ginnasta tedesca del 2004 che l’anno scorso ha contribuito ai podi ottenuti in serie A1.

Fatto questo quadro, Spela Dragaš – che allena la squadra friulana con Noelia Fernandez, Valeria Pysmenna e il supporto della coreografa Laura Miotti – ha concluso ricordando: «L’ho già detto lo scorso anno e lo ripeto, non sarà semplice. Le prestazioni richieste in pedana sono altissime. Rischi, difficoltà e maestrie non possono mancare e l’esecuzione deve essere pulita e dall’alto livello artistico. La lucidità mentale, e soprattutto la freddezza, farà molto. Direi che anno dopo anno, queste due componenti hanno un peso sempre maggiore. Ma si sa, ogni gara è a sé. Loro sono preparate. Stanno lavorando sodo. Il resto si vedrà».

SETTE ATLETE IN PRESTITO – Ma quest’anno si contraddistinguerà anche per le molte atlete date in prestito ad altre società. Elena Perissinotto gareggerà in serie A2 con la società milanese, che punta alla serie A1, Moderna Legnano. Ginevra Finotto rappresenterà la società neo promossa in A2, Gymnica ’96 Forlì.

In serie B ci sarà invece Matilde Marcon in forza alla Virtus Gallarate (che farà parte di uno dei team che parteciperà al bilaterale Italia-Francia jr, il 9 marzo). Gaia Zurlo sarà in prestito alla società Ginnastica S. Marino e Adele Asquini alla società piemontese S.G. Concordia.

In serie C, invece, ci saranno Ludovica Palermo, per la società friulana Novagym, e Alice Grigolini che rappresenterà la veneta junior 2000 di Bassano del Grappa.

Visited 4 times, 1 visit(s) today
Condividi