La pace di Srebrenica riparte dalle donne

imagazine_icona

redazione

10 Marzo 2023
Reading Time: < 1 minute

La bosniaca Rada Žarkovič a Cervignano per condividere l’esempio della cooperativa multietnica al femminile che coltiva i frutti della terra per ripartire dopo le atrocità della guerra

Condividi

CERVIGNANO DEL FRIULI – “Sono una donna, femminista e pacifista”. Così ha esordito Rada Žarkovič nel suo discorso all’evento “Le donne sanno costruire la pace” organizzato al SeminarLibri di Coop Cervignano.

“Insieme” è il nome della cooperativa multietnica di sole donne che la bosniaca Rada Žarkovič ha istituito a Srebrenica dopo gli orrori della guerra nei Balcani, partendo da ciò che rappresentava ancora un valore: la terra che nutre.

“Così – ha sottolineato Žarkovič – è nata l’idea di coltivare piccoli frutti e di produrre marmellate e succhi, per sopravvivere e per affrontare il dolore insieme”.

“Un esempio da seguire – ha affermato Luisa Contin che ha moderato la presentazione – per la cooperazione internazionale che spesso propone idee nate a tavolino e non calate nella realtà e nella cultura dei luoghi”.

L’evento ha anche avuto l’accompagnamento musicale di Vinicia Saxandvoice.

 

Condividi