Il Cosplay come spazio inclusivo

imagazine livio nonis

Livio Nonis

18 Settembre 2020
Reading Time: < 1 minute

Incontro a Trieste

Condividi

Nel parco della sede A.I.A.S (Associazione Italiana Assistenza Spastici) a Trieste, si è svolta la festa di avvio del progetto “IL COSPLAY COME SPAZIO INCLUSIVO”. L'incontro organizzato dall'associazione A.I.A.S di Trieste in collaborazione con il gruppo Facebook “Cosplay Senza Età” (CSE) ha portato all'incontro di questi due mondi, la disabilità e il cosplay.

In questo piacevole pomeriggio Cosplay senza età ha organizzato per loro uno shooting fotografico, avendo da subito un ottimo riscontro con tantissime iscrizioni on line, molti cosplayer e fotografi hanno pacificamente invaso il parco di Villa Haggiconsta, per scatti suggestivi. A tutti gli iscritti sono state donate le mascherine omaggio con il logo del gruppo. Inoltre CSE ha portato al parco i 12 bit, un gruppo di Retrogaming pronti a far rivivere le emozioni videoludiche degli anni '90 con postazioni di gioco libero e gratuito.

Durante tutto l'evento il duo Marco Obersnel e Lisa Cernic ha accompagnato la festa intonando le sigle più famose dei film animati. Verso sera, dopo una breve presentazione del progetto e un ringraziamento da parte della presidente dell'AIAS Claudia Marsillio, i cosplayer assieme a molti soci dell'AIAS hanno partecipato a una sfilata sulla passeggiata pedonale adiacente al parco tra la curiosità e l'ammirazione dei passanti.

Visited 12 times, 1 visit(s) today
Condividi