Gorizia premia le opere contro la violenza sulle donne

imagazine_icona

redazione

21 Dicembre 2022
Reading Time: 3 minutes

Isabella Trettenero e Martina Piscicelli sono le vincitrici delle due sezioni in gara. Ecco tutte le studentesse premiate

Condividi

Premiati in Sala Dora Bassi a Gorizia i vincitori del progetto “Gorizia: femminile, singolare” e dello specifico concorso sul tema “Follia: è violenza, è creatività, è un turbine entro cui non trovar pace!“, frutto del protocollo di intesa tra l’Amministrazione Comunale, assessorati alle Pari Opportunità e alle Politiche Giovanili, e i Club Services del territorio Inner Wheel Club Gorizia Europea, Lions Club Gorizia Host, Lions Club Gorizia Maria Theresia, Rotary Club Gorizia, Soroptimist International Club di Gorizia.

La giuria esaminatrice per la sezione di tipo letterario è stata composta da Adriano Ossola, presidente dell’associazione culturale èStoria (presidente di giuria), da Ada Barbara Pierotti, U.S.R. F.V.G., Ufficio IV – Ambito Territoriale di Gorizia, Promozione di iniziative rivolte alla divulgazione di sani stili di vita Referente Consulte provinciali studentesche per la provincia di Gorizia, Supporto organizzativo alle attività di promozione delle iniziative connesse con “Gorizia capitale europea della Cultura” e dalla giornalista Patrizia Artico

La giuria esaminatrice per la sezione grafico-pittorica, invece, ha visto come presidente Emanuela Uccello, funzionario d’area culturale del Comune di Gorizia, Adriano Ossola e Pavla Jarc, direttrice del Kulturni Dom Nova Gorica.

I club service cittadini hanno offerto alle vincitrici/ai vincitori dei premi espressi in buoni acquisto presso delle librerie cittadine “LEG” e “Ubik” secondo le modalità seguenti: per la produzione di elaborati di tipo letterario, al primo classificato, il premio del valore di 200 euro alla ex studentessa, ormai diplomata, del Liceo Linguistico “Scipio Slataper” Martina Piscicelli con il suo elaborato dal titolo “Sigilli di Memoria” ; al secondo classificato un premio del valore di 150 euro per l’opera letteraria dal titolo “La follia e la società” di Rachele Risica studentessa del Liceo Artistico “Max Fabiani”. 

Per la sezione B la giuria ha riconosciuto il premio del valore di 200 euro al primo classificato all’opera dal titolo “Défacée” di Isabella Trettenero; secondo classificato, premio del valore di 150 euro riconosciuto all’opera “Dall’autodistruzione alla distruzione” di Aurora Maniago; terzo classificato, premio del valore di 100 euro riconosciuto all’opera “Love me to death” di Yumi Scarel.

È stato inoltre riconosciuto alla studentessa Chiara Wisniewski e alla sua opera “Senza titolo” il premio per l’opera più originale. 

Una menzione speciale è stata conferita, infine, all’opera dal titolo “Follia è rifare la stessa cosa, sperando che qualcosa cambi” della studentessa Anna Soranzo.

Tutte le vincitrici di questa sessione sono studentesse del Liceo Artistico “Max Fabiani” di Gorizia.

Sarà possibile ammirare le opere grafiche pittoriche esposte nelle vetrine degli uffici del Punto Giovani via Morelli, 48 Gorizia. Per gli elaborati letterari, un estratto degli stessi verranno diffusi tramite la pagina Instagram del centro @puntogiovanigo.

“Un ringraziamento ai Club Service che hanno aderito al protocollo ma soprattutto per aver portato avanti congiuntamente l’iniziativa nonostante le difficoltà che si sono manifestate in questi anni – ha commentato l’assessore alle politiche giovanili, Chiara Gatta –. Gli elaborati che ci sono pervenuti sono un’ulteriore prova dell’alta qualità dei percorsi scolastici presenti sul territorio. Questo voleva essere anche un percorso per valorizzare i talenti. Spero che tale percorso possa trovare anche un’ulteriore evoluzione nel tempo e auspichiamo che lo stesso centro di aggregazione, la cui nuova sede è stata inaugurata un anno fa, possa diventare laboratorio e fucina per giovani talenti. Un ringraziamento anche naturalmente a Marilena Bernobich, consigliere comunale con delega alle Pari Opportunità, che ha avviato il percorso due anni fa”.

 

Visited 36 times, 1 visit(s) today
Condividi