Cividale omaggia l’arte di Nane Zavagno

imagazine_icona

redazione

29 Agosto 2023
Reading Time: 3 minutes

Le opere dell’artista friulano esposte nelle piazze del centro cittadino e nel Monastero di Santa Maria in Valle fino a dicembre

Condividi

CIVIDALE DEL FRIULI – Dopo quelle degli anni precedenti incentrate su Alessandro Romano e Giorgio Celiberti, a Cividale del Friuli si terrà un’altra esposizione “en plein air”, quest’anno dedicata all’artista friulano Nane Zavagno.

Il progetto artistico vedrà la collocazione di alcune imponenti opere nel centro cittadino, tra la Loggia del Municipio, il Sagrato del Duomo, piazza Paolo Diacono, il giardino delle Vigne e la quadreria del Monastero di Santa Maria in Valle. Inoltre la quadreria del Monastero ospiterà una settantina tra dipinti e disegni che andranno ad ampliare il percorso espositivo.

La mostra sarà poi impreziosita dalla presenza di due proiezioni che valorizzeranno ulteriormente la cornice di piazza Paolo Diacono.

Nane Zavagno ha alle sue spalle 70 anni di intensa attività artistica, che lo hanno portato a essere una delle eccellenze del Friuli Venezia Giulia, affermato e distinto anche a livello nazionale e internazionale, grazie alla sua originalità e alle sue peculiarità, con opere esposte in importanti mostre d’arte internazionali e in numerose collezioni pubbliche e private, oltreché nelle piazze di varie città italiane.

Trasparenze, titolo che racchiude l’essenza del progetto volto a creare una particolare suggestione visiva, costruita tra la forma stessa delle opere, le luci e l’ambiente in cui sono collocate, vede una selezione di alcune tra le opere più significative dell’artista, tra sculture realizzate in rete metallica e ferro e i dipinti che ne rappresentano una complementarietà che permette di entrare nel mondo dell’artista a tutto tondo. Per la loro tipologia, attraverso essenzialità e “trasparenza abbinata all’imponenza”, le opere creeranno un dialogo perfetto con la Città ducale.

“Attraverso l’esposizione en plein air – spiega la referente per la cultura, Angela Zappulla – Cividale potrà esprimere pienamente la sua vocazione di città d’arte e le proiezioni delle opere dell’autore illumineranno le serate dell’estate che volge al termine e animeranno con nuova luce le serate autunnali”.

“I visitatori – aggiunge – passeggiando a Cividale incontreranno le opere di Zavagno collocate negli angoli delle piazze in dialogo con i palazzi storici, che la sera al calare della luce creeranno nuove trasparenze, e giochi di luce attraverso le illuminazioni e proiezioni volte a valorizzare l’arte di Zavagno. Mentre poi nel Monastero di Santa Maria Valle potremo approfondire il percorso artistico dell’autore attraverso una mostra antologica collocata nell’Ala Amelio Tagliaferri, al primo piano sopra il Tempietto Longobardo, nella cosiddetta quadreria dove all’ interno delle celle delle Madri Orsoline e Benedettine saranno esposti dipinti, disegni e altre opere di grande pregio”.

Le maestose elaborazioni artistiche in ferro saranno visitabili liberamente, mentre i quadri presenti al Monastero saranno inclusi nella visita al sito museale.

L’evento verrà inaugurato venerdì 1 settembre alle ore 18 sotto la loggia del Municipio e le opere resteranno in esposizione sino al 1 dicembre.

Trasparenze, che si inserisce nella più ampia cornice del progetto Civid’Arte col sostegno della Regione FVG, è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cividale del Friuli, che ne ha affidato la direzione artistica allo studio Copetti Antiquari, sancendo un trait d’union con la realtà della Braida Copetti a Ipplis di Premariacco, un parco sculture che ospita le opere d’arte di Nane Zavagno e di altri artisti nazionale e internazionali dove sarà possibile continuare la visita per il pubblico interessato.

 

Visited 30 times, 1 visit(s) today
Condividi