Cervignano, la Via Crucis in un presepe capolavoro

imagazine livio nonis

Livio Nonis

7 Marzo 2023
Reading Time: 2 minutes

Due nuove stazioni curate in ogni minimo dettaglio arricchiranno l’opera del Gruppo Prespisti allestita in vista della Pasqua

Condividi

CERVIGNANO DEL FRIULI – Anche quest’anno il gruppo “Presepisti del Duomo di Cervignano” esporrà, dal 19 marzo al 16 aprile (8a di Pasqua), la rappresentazione della via Crucis.

Per il terzo anno all’entrata del duomo saranno predisposte otto stazioni del percorso che Gesù fece per poi essere crocifisso e successivamente risorgere.

Quest’anno, rispetto alla passata edizione, ci saranno due stazioni in più. Oltre alle sei stazioni già presentate lo scorso anno – l’entrata di Gesù a Gerusalemme (la domenica delle Palme), l’Ultima Cena, il momento di Gesù nell’orto del Getsemani (il commiato di Gesù dagli apostoli alla conclusione dell’Ultima Cena e l’arresto di Gesù), la Crocifissione, le Sepoltura e la Resurrezione – le novità di quest’anno sono la “Flagellazione” (quando Pilato fece prendere Gesù e lo fece flagellare) e “La caduta di Gesù” quando Simone di Cirene fu obbligato dai soldati romani ad aiutare a trasportare la croce di Gesù, durante la salita al Golgota per la crocifissione.

Anche queste due nuove scene sono state realizzate con effetto “diorama”, cioè un insieme di vedute dipinte che, per effetto di prospettiva e giochi di luce, danno allo spettatore l’illusione di un panorama naturale nelle varie ore del giorno.

I presepisti hanno lavorato in modo impeccabile ricostruendo in maniera storicamente perfetta le due scene, ora lo spettatore, prima o dopo le funzioni religiose, potrà osservare la Passione di Gesù con una voce narrante che racconterà tutta la vicenda. Ben riuscito anche l’appuntamento di domenica scorsa, con la tradizionale “Aringa e Baccalà” cucinati e venduti per sostenere le iniziative del Gruppo Presepe.

 

Visited 23 times, 1 visit(s) today
Condividi