Burlo: nuovi sostegni per 800 bambini chirurgici

Reading Time: 3 minutes

Fondazione Mediolanum ha donato all’associazione ABC quasi 148mila euro per sostenere le attività in favore dei piccoli pazienti

Condividi
Sara Doris e Giusy Battain assieme ai volontari di ABC onlus

Sara Doris e Giusy Battain assieme ai volontari di ABC onlus

TRIESTE – Dopo una prima donazione nel 2019 all’interno del progetto “Come a casa”, si rinnova la partnership tra associazione A.B.C. e Fondazione Mediolanum per il sostegno dei bambini che devono affrontare complessi percorsi chirurgici all’ospedale Burlo Garofolo.

La collaborazione si concretizza attraverso una donazione da parte di Fondazione Mediolanum, che rientra nella specifica iniziativa benefica “Piccoli grandi sogni”, avviata da Banca Mediolanum, a favore di tre organizzazioni tra le più rilevanti a livello nazionale in ambito pediatrico ospedaliero, con l’obiettivo di dare maggiori opportunità di cura a tanti piccoli pazienti e alle loro famiglie.

Assieme alla Fondazione GaslinInsieme ETS di Genova e alla Fondazione Santobono Pausilipon Onlus di Napoli, la destinataria di questa nuova iniziativa benefica è proprio l’associazione triestina A.B.C. che da ormai da quasi vent’anni opera quotidianamente a fianco dei bambini chirurgici e delle loro famiglie.

ABC Mediolanum
La conferenza stampa

L’evento

La donazione è stata ufficializzata nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte la direttrice di A.B.C. Giusy Battain, la vicepresidente di Banca Mediolanum e presidente di Fondazione Mediolanum Sara Doris, il direttore del Dipartimento di Chirurgia Pediatrica del Burlo, Jurgen Schleef, la psicologa e psicoterapeuta di ABC Angela Camelio e Francesca Platani, originaria dalla Sicilia, mamma di Luca, un bambino chirurgico sostenuto da ABC che oggi ha sette anni.

L’incontro si è concluso con la consegna simbolica del maxi-assegno per mano della presidente Doris, che ha pubblicamente reso noto l’importo raccolto a favore della realtà che opera a Trieste. Si tratta di quasi 148mila euro (per la precisione 147.106,33) che saranno utilizzati per l’attività a sostegno di 800 bambini chirurgici.

Sara Doris consegna l'assegno a Giusy Battain
Sara Doris consegna l’assegno a Giusy Battain

Le progettualità

Il progetto che verrà sostenuto grazie a questa donazione prevede una serie di servizi, che verranno forniti in modo integrato, per dare sostegno a 800 minori. Si parte dal supporto psicologico dopo la diagnosi prenatale, che vede la presenza di uno psicoterapeuta al fianco della famiglia fin dalla prima ecografia, durante la quale può essere diagnosticata una malformazione. Il servizio ha lo scopo di supportare i genitori durante tutto il percorso chirurgico e terapeutico.

Dopo la nascita, per quei bambini che devono affrontare percorsi chirurgici nei primi anni della loro vita e nel corso della loro infanzia, due psicologi li assistono durante la degenza in ospedale. Tali figure offrono un sostegno emotivo per affrontare l’esperienza del ricovero e sono disponibili tutti i giorni nel reparto di Chirurgia.

Importanti anche le attività quotidiane in reparto a sostegno dei bambini ricoverati che sono parte integrante del processo di cura. Giochi e attività aiutano i piccoli pazienti ad elaborare l’esperienza dell’ospedale e ad associarla a ricordi meno traumatici. I giochi e le attività sono studiati appositamente in base alle condizioni dei pazienti che sono spesso costretti a letto. Sia gli psicologi che i volontari ricevono una formazione continua ed aggiornata, parte integrante del percorso di volontariato in A.B.C. in quanto permette il confronto, l’approfondimento e la supervisione su specifiche tematiche.

A questo si unisce la donazione di strumentazione specialistica e all’avanguardia per l’IRCCS Burlo Garofolo: permettere all’ospedale di disporre della migliore tecnologia significa rendere gli interventi meno invasivi.

Visited 44 times, 1 visit(s) today
Condividi