Biblioteche ed enti culturali, nell’Isontino 62 posti per il servizio civile

imagazine_icona

redazione

19 Dicembre 2022
Reading Time: 2 minutes

Dalla comunicazione sui social alla progettazione di nuovi contenuti informativi: ecco tutte le mansioni previste. Assegno mensile di 444,30 euro

Condividi

Sono 44 i ragazzi e le ragazze dai 18 ai 28 anni che tra il 2023 e il 2024 potranno dare il loro contributo alle biblioteche, a strutture museali e culturali e ad associazioni dell’Isontino come volontari del Servizio civile universale grazie al progetto “BiblioGO! la cultura che accoglie” del Consorzio Culturale del Monfalconese.

Il progetto è inoltre parte del programma “La Cultura del dono in Friuli Venezia Giulia”, coordinato sempre dal CCM e cui partecipano anche il Cisi (Consorzio isontino servizi integrati), la Fidas Isontina e la Società Filologica Friulana. I rispettivi progetti dal nome “La resilienza del dono”, “EduDonAzione 2022” e “Pro Lenghe 2022” mettono a disposizione un totale di altri 18 posti (10 al Cisi, 4 alla Fidas Isontina e 4 alla Società Filologica Friulana).

Come per l’annualità 2022-2023 i soggetti aderenti al programma sono pronti quindi ad accogliere 62 volontari nel loro insieme, una ventina in più rispetto all’annualità 2021-2022. 

I volontari contribuiranno a rafforzare e migliorare la comunicazione sui social media con la progettazione, realizzazione e implementazione dei contenuti informativi sui canali social istituzionali degli enti culturali. Svolgeranno anche un ruolo nella formazione degli utenti all’uso di risorse, servizi e strumenti, collaborando nella comunicazione e promozione degli istituti culturali all’utenza istituzionale e potenziale e all’incremento dei processi di aggregazione e incontro sociale.

L’attività sarà svolta nella sede del CCM di Villa Vicentini Miniussi a supporto dell’Archivio della Memoria-Fototeca, dell’Ecomuseo Territori e della Biblioteca centro Sistema bibliotecario BiblioGO! nelle biblioteche di Capriva, Farra d’Isonzo, Fogliano Redipuglia, Gradisca, Grado, Mariano, Monfalcone, Romans, Ronchi dei Legionari, Ruda, Sagrado, San Canzian d’Isonzo, San Pier d’Isonzo, Savogna, Staranzano, Turriaco, Villesse e del Cisi di Gradisca. I volontari saranno però a supporto anche dell’associazione Leali delle Notizie di Ronchi dei Legionari, del Museo di documentazione della civiltà friulana di Farra, del MuCa e del Centro giovani Innovation Young di Monfalcone, della sede di Ronchi del Cisi, del Museo del Monte San Michele di Sagrado, oltre che degli Uffici cultura dei Comuni di Fogliano Redipuglia, Gradisca, Grado, Romans, Ronchi dei Legionari, San Pier d’Isonzo e Staranzano.

Ragazzi e ragazze possono presentare domanda dal sito https://scelgoilserviziocivile.gov.it/ e la richiesta deve essere presentata entro le ore 14 del 10 febbraio 2023. I requisiti richiesti sono: possesso del diploma di scuola media superiore, possesso della patente di guida B, buona conoscenza degli strumenti informatici (open office, internet, social network, posta elettronica, ipad, e-book), attitudine ai rapporti interpersonali e con il pubblico.

Sono previsti 5 giorni di servizio alla settimana per un totale di 25 ore settimanali per un progetto della durata di 12 mesi e un assegno mensile di 444,30 euro per i progetti in Italia, come stabilito dal bando emesso in questi giorni dalla Presidenza del Consiglio dei ministri.

 

Visited 9 times, 1 visit(s) today
Condividi