Aperta la rotatoria del casello di Palmanova

imagazine_icona

redazione

18 Settembre 2023
Reading Time: 2 minutes

Conclusa la prima fase di interventi: l’area resta ancora un cantiere in attesa della conclusione dei lavori prevista a fine ottobre

Condividi

PALMANOVA – Da questa mattina i mezzi possono circolare sulla corona della rotatoria in fase di costruzione all’intersezione tra le strade regionali 352 e 126 e il casello di Palmanova dell’autostrada A4.

Si è conclusa quindi, secondo il cronoprogramma, la prima fase dei lavori dell’opera. L’area resterà ancora un cantiere e, come tale, auto e mezzi pesanti transiteranno in modalità provvisoria con parzializzazioni e restringimenti della sede viaria per consentire nei prossimi giorni la conclusione degli interventi.

Infatti, nella seconda fase, che dovrebbe concludersi, tempo permettendo, entro fine ottobre, restano da completare il nuovo impianto di illuminazione, le segnaletiche verticali e orizzontali e la stesa della nuova pavimentazione. Eventuali chiusure al traffico potrebbero verificarsi esclusivamente di notte proprio per permettere alle maestranze della ditta appaltatrice di eseguire l’asfaltatura.

La modifica dell’intersezione consentirà di migliorare le condizioni di traffico legate attualmente al congestionamento di un nodo stradale che è di rilevanza regionale in quanto non interessa solamente i comuni su cui insiste l’opera, ovvero Palmanova e Bagnaria Arsa, ma un territorio più esteso servito dalle strade S.R. 352, e S.R. UD 126 e dalle viabilità a esse collegate.

Complessivamente, i lavori prevedono, oltre all’esecuzione della rotatoria a raso, la posa di nuovi pannelli a messaggio variabile al servizio dell’autostrada, l’allungamento dell’attraversamento idraulico della S.R. UD 126 da parte della roggia Taglio, la rilocazione dei servizi pubblici interrati interferenti con i lavori e la realizzazione di una pista ciclabile lungo la S.R. 352.   

L’opera – il cui quadro economico complessivo ammonta a circa 3.300.000 euro – è compresa nel piano economico finanziario di Autostrade Alto Adriatico (ex Autovie Venete) e si inserisce tra quelle che sono state attratte alla competenza del Commissario delegato per l’emergenza della A4.

 

Visited 12 times, 1 visit(s) today
Condividi