Amici di Federico, solidarietà più forte della pandemia

imagazine livio nonis

Livio Nonis

2 Febbraio 2022
Reading Time: 2 minutes

Consuntivo dell’anno 2021

Condividi

Il perdurare della pandemia ha limitato l’attività solidale del Comitato Amici di Federico di Villa Vicentina, che nel 2021 è riuscito a organizzare solamente due eventi benefici (la Festa della birra ai Cjastinars e la Pesca del cuore a Ruda), ottenendo comunque con un’ottima risposta in termini di presenze e relative raccolta fondi.

Ci hanno comunque pensato i tanti amici di Aquileia che hanno organizzato la gara canora per bambini e ragazzi “Mosaico di Voci”, che ha riempito la piazza della Basilica patriarcale, e il progetto “Bici solidale” dove sono state coinvolte con successo varie attività commerciali di Aquileia che sostengono da 13 anni l’operato dell’associazione e credono nel suo operato.

Il Comitato nel 2021 è riuscito ad aiutare dodici famiglie con bambini o giovani affetti da gravi patologie e bisognosi di costose terapie, distribuendo nel complesso oltre 20 mila euro.

C’è stata anche la lieta notizia che riguarda Hamza, il bimbo di Villa Vicentina che dopo un lungo periodo di ospedalizzazione al Burlo Garofolo di Trieste, grazie alla ricerca scientifica con conseguente trapianto di midollo spinale, sta lentamente tornando a una vita normale.

Purtroppo il 2021 verrà ricordato con commozione per la scomparsa di due ragazze alle quali da anni il Comitato aveva offerto il proprio sostegno: Alessandra, vittima di un gravissimo incidente anni or sono mentre si recava al lavoro, e Sara, affetta da una rarissima patologia.

Anche Federico, che è stato il primo aiutato dall’associazione e da cui ha preso il nome, ha avuto la scorsa estate un’infiammazione al midollo che l’ha costretto a una nuova prova di forza e coraggio. È tuttora impegnato nell’attività di rieducazione in una clinica specializzata di Parigi.

Da febbraio partirà inoltre la nuova Associazione “AMICI DI FEDERICO ODV”, con l’ingresso di figure vogliose di continuare l’attività solidale.

Condividi