A Massimo Blasoni il Premio Internazionale Liber@mente

imagazine_icona

redazione

30 Agosto 2016
Reading Time: 2 minutes

Conferito a Pizzo Calabro

Condividi

Massimo Blasoni riceve il Premio Internazionale Liber@mente 2016. Nella cornice del Castello Murat di Pizzo Calabro, all’imprenditore friulano è stato conferito il Premio Internazionale che, istituito dalla Fondazione Vincenzo Scoppa, viene assegnato annualmente da una giuria presieduta dal Prof. Lorenzo Infantino, professore ordinario presso la Luiss Guido Carli di Roma. Il premio si caratterizza per le sue finalità di alto valore culturale e, nello stesso tempo, di sensibilizzazione verso il tema della libertà, che è precondizione per qualunque ulteriore meta.

Blasoni, imprenditore del Nord-Est di prima generazione, ha fondato e guida tutt’ora uno dei principali gruppi italiani nel settore della gestione e costruzione di Residenza Sanitarie per anziani. Autore di numerosi articoli su temi economici, è presidente di ImpresaLavoro, un Centro Studi di ispirazione liberale che promuove il dibattito sui temi dell’economia e del lavoro.

Il Premio Internazionale viene conferito a personalità che “con riferimento a comportamenti eccellenti, si sono distinte nel mondo della cultura, delle arti, dell’editoria, dello spettacolo, dello sport, della politica e delle professioni in genere”. Rappresentato dall’opera “Volo” di Angela Fidone, nelle passate edizioni il Premio è stato conferito a Corrado Sforza Fogliani, past president di Confedilizia, al giornalista Piero Ostellino, già direttore responsabile del Corriere della Sera, al prof. Alberto Scerbo, professore ordinario nell’Università degli Studi “Magna Graecia” di Catanzaro, a Ubiratan Jorge Iorio, economista dell’Università dello Stato di Rio de Janeiro (Brasile), a Santo Versace, imprenditore italiano e uomo politico, oltre a numerose altre personalità del mondo economico e giornalistico internazionale.

La serata, dinanzi ad un folto pubblico, è stata condotta da Rossella Galati e Massimo Brescia, intervallata da momenti musicali curati dal gruppo “Gafate”.

Visited 26 times, 1 visit(s) today
Condividi