Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Inaugurata la nuova sede

Attualità
19 dicembre 2017

Gas ed elettricità, la friulana Sky in rampa di lancio

di redazione (fonte Ufficio stampa Eo Ipso)
L'azienda che opera su scala nazionale prevede di raddoppiare il fatturato nel giro di due anni: nel 2019 obiettivo 80 milioni di euro
CONDIVIDI
22839
Da sinistra il presidente di Udinese Calcio Franco Soldati, il consigliere regionale Vincenzo Martines, il presidente del consiglio regionale del FVG Franco Iacop, Stefano Caldarazzo e l’assessore del Comune di Udine Alessandro Venanzi
Attualità
19 dicembre 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Eo Ipso)

Punta al raddoppio Sky Gas & Power. La società di Udine, che opera nel mercato del gas e dell’energia e della mobilità elettrica su scala nazionale, ha raddoppiato gli spazi e prevede di più che raddoppiare il fatturato in due anni, passando dagli attuali 30 milioni di euro agli 80 nel 2019. L’inaugurazione della nuova sede di via dei Torriani 13 a Udine segna il cambio di passo di una realtà che, per quanto ancora giovane (è stata avviata nel 2014), sta crescendo ad un ritmo sostenuto.

«Ci avviamo a chiudere il 2017 – ha affermato il fondatore e CEO Stefano Caldarazzo – con un fatturato intorno ai 30 milioni di euro, con un incremento del 50% rispetto al 2016. Le previsioni sono di netta crescita: per il 2018, la stima è di arrivare a superare i 40 milioni, per poi arrivare nel 2019, quando entrerà in vigore totalmente il mercato libero dell’energia, a 80 milioni di euro».

L’ampliamento degli uffici è stato reso necessario dal cambio di passo. «Gli uffici dove siamo nati e cresciuti restano: al civico 17 di via dei Torriani ci sarà la nostra base commerciale. A questa si aggiungono i nuovi spazi che oltre ad essere più ampi ospitano il front office e il back office di tutta la nostra operatività», continua Caldarazzo. Anche l’organico è cresciuto: oggi SKY Gas & Power può contare su sei persone a Udine, alle quali si aggiungono un collaboratore a Torino e sette a Roma in telelavoro, più una rete commerciale che opera in tutta Italia che comprende una quarantina di persone. «La previsione di crescita ci porterà necessariamente ad ampliare anche l’organico: abbiamo in programma l’assunzione di altre tre persone sempre nella sede di Udine», osserva il CEO di SKY Gas & Power.

La nuova sede, simbolo di una crescita esponenziale, è stata accolta dall’intero territorio friulano come esempio di una moderna realtà economica. Al taglio del nastro sono intervenuti sia il mondo politico, sia quello imprenditoriale e sportivo: dal presidente del consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia Franco Iacop al consigliere regionale Vincenzo Martines e all’assessore al Commercio del Comune di Udine Alessandro Venanzi. Per l’imprenditoria, i rappresentanti di colossi quali Solari, Cigierre (Compagnia Generale Ristorazione proprietaria dei marchi Old Wild West, Wiener Haus, Shi’s, Pizzikotto e America Graffiti), Stroili, Autostar, Euro&Promos, GSA Gruppo Servizi Associati, Banca Popolare di Cividale e Pratic il cui vicepresidente è l’ex campione di motociclismo Edi Orioli. Non è mancato il mondo sportivo con il presidente dell’Udinese Calcio Franco Soldati e il presidente dell’Apu Udine basket Alessandro Pedone. Un parterre di primissimo piano. «Il riconoscimento del cammino che SKY Gas & Power ha fatto e delle strategie adottate», continua Caldarazzo. «Abbiamo puntato a sviluppare anche nella nostra clientela, che è fatta prevalentemente da aziende con molte filiali, un'attenzione alla qualità ecologica dell'energia utilizzata offrendo la possibilità di comprare i “certificati verdi” che garantiscono che l’energia utilizzata proviene da fonti rinnovabili». Seguendo questa direzione, anche l’inaugurazione della nuova sede è stata caratterizzata da un approccio del tutto green. «Un’inaugurazione possiamo dire a impatto zero - continua - grazie all’utilizzo di energia pulita e sorgenti luminose a bassissimo consumo».

Per il mercato dell’energia, la vera sfida è nel 2019 quando dal 1° luglio, finirà il mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas. Ciascuno sarà chiamato a scegliere l’operatore cui affidarsi. «È una scadenza alla quale ci stiamo già preparando oggi», aggiunge Caldarazzo che ha già permesso a SKY Gas & Power di ottenere la certificazione ISO 9001 2015 e il rating di legalità. «Davanti ad un mercato che sarà più evoluto con operatori chiamati a rispettare parametri molto più rigorosi di quelli di oggi, ci siamo mossi con anticipo per farci trovare pronti. Come siamo pronti a rispondere all’obbligo di pubblicare la cosiddetta offerta placet, ovvero un’offerta predefinita e confrontabile  rivolta a famiglie e piccole imprese, dal prossimo gennaio».

Commenti (0)
Comment