Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Alle "World Cup Series" di Pesaro

Sport
10 aprile 2017

Ritmica, bronzo storico per Agiurgiuculese

di Eleonora Cuberli (Ufficio stampa ASU)
L'atleta dell'ASU Udine subito alle spalle delle blasonate russe. Da 16 anni nessuna italiana riusciva nell'impresa
CONDIVIDI
18894
(ph. Ufficio stampa ASU)
Sport
10 aprile 2017 di Eleonora Cuberli (Ufficio stampa ASU)

Alexandra Agiurgiuculese, fuoriclasse dell’Asu – Associazione sportiva udinese – è da ieri stella nascente anche della ginnastica ritmica italiana: in occasione della World Cup Series 2017, che si è svolta a Pesaro dal 7 al 9 aprile, la giovane promessa bianconera è salita sul podio nella finale al nastro, accanto alle temutissime russe, Dina Averina (oro con 17.100 punti) e Alexandra Soldatova (argento con 17.050 punti). In gara c’erano 33 nazioni e oltre 200 ginnaste.

Dopo aver battuto ogni record italiano ed europeo da junior (nel 2016 ha ‘collezionato’ 4 medaglie ai Campionati Europei Juniores), l’azzurra, neo-senior, ha proseguito nella sua corsa. Al nastro ha ottenuto 16.800 punti, ed è così arrivata in terza posizione: nessuna italiana era riuscita in un’impresa simile nella specialità individuale negli ultimi 16 anni, l’ultimo primato è di Samantha Ferrari ai Mondiali di Atene del 1991. Ma non è finita qui perché la stella della scuderia bianconera sulla pedana dell'Adriatico Arena ha sfiorato il podio anche alla palla, posizionandosi in quarta posizione.

 “Alexandra è stata impeccabile – ha spiegato Špela Dragaš allenatrice della giovane assieme a Magda Pigano –. Anche nella palla, benché non sia salita sul podio, ha ottenuto il massimo punteggio nella parte artistica”. Da parte delle allenatrici e della società molto orgoglio per il traguardo raggiunto dalla giovane atleta: “Alla World Cup – ha ricordato Alessandro Nutta, presidente dell’Asu – erano presenti le migliori ginnaste al mondo. Il traguardo raggiunto da Alexandra è davvero eccezionale. Sappiamo che è solo l’inizio di un percorso lungo e impegnativo ma siamo anche certi che il suo impegno e le sue capacità la porteranno lontano”.

La sedicenne, dal canto suo, si è detta molto emozionata per questa nuova avventura e molto soddisfatta dei risultati conseguiti. Ora, è già pronta a lavorare alle prossime gare che l’attendono: dal 5 al 7 maggio sarà a Sofia per un’altra World Cup, dal 19 al 21 maggio sarà invece agli Europei di Budapest. 

Commenti (0)
Comment