Trivignano, iniziati i lavori alla scuola primaria

imagazine livio nonis

Livio Nonis

20 Aprile 2022
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Trasferite cinque classi

Condividi

Sono partiti i lavori per il miglioramento antisismico della scuola primaria “Michele Gigante” di Trivignano Udinese, un’opera finanziata quasi interamente da contributo regionale, concesso nel 2018, per un importo lavori di circa 190.000 euro.

Gli interventi antisismici interesseranno l’ala più antica della scuola in quanto quella porzione risale a un’epoca pre terremoto del ’76 e va adeguata alla normativa vigente. I lavori sono partiti sfruttando la pausa pasquale, cercando di dare meno disagio possibile alle famiglie e recuperando un mese e mezzo di lavori fondamentale, per dare continuità al prossimo anno scolastico con un edificio più sicuro.

Le classi che occupavano l’ala oggetto di interventi sono tre e sono state trasferite una presso la scuola dell’infanzia e due presso la sala espositiva di Clauiano, edificio di recente ristrutturazione adeguato alle esigenze scolastiche.

È un intervento storico per il Comune di Trivignano Udinese in quanto in concomitanza, sempre sull’edificio della scuola primaria, partirà anche un intervento di efficientamento energetico per un importo lavori di circa 573.000 euro, finanziato in parte con contributo POS FESR e in parte con investimento proprio dell’Ente e riguarderà il rifacimento dell’impianto termico, isolamento termico delle strutture e sostituzione dei serramenti.

“Siamo stati rallentati molto dalla pandemia e da problemi legati alla mancanza del personale nell’ufficio tecnico, ma adesso – spiega l’assessore Roberto Tuniz – nonostante le incognite legate al conflitto in Ucraina e al conseguente aumento dei prezzi che sicuramente potrà creare dei problemi, siamo pronti a partire e gestire al meglio un intervento che garantirà il futuro del nostro plesso scolastico. In queste settimane abbiamo lavorato molto per allestire le sedi provvisorie per le classi che abbiamo spostato e un ringraziamento va agli uffici che hanno saputo gestire al meglio tutte le criticità, ma soprattutto ai volontari che ancora una volta hanno fornito il loro prezioso contributo”.

 

Visited 46 times, 1 visit(s) today