Trieste, in un libro la scrittura al femminile

imagazine_icona

redazione

29 Giugno 2016
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Presentato in Provincia

Condividi

La Presidente della Provincia di Trieste, Maria Teresa Bassa Poropat e la Presidente della Consulta femminile di Trieste, Ondina Ghersin, hanno presentato il volume legato XII edizione del  Concorso Internazionale di  Scrittura Femminile “Città di Trieste 2016”, che raccoglie come consuetudine i lavori selezionati attraverso la competizione. “Il concorso – ha ricordato Bassa Poropat – ha lo scopo di valorizzare e far conoscere la scrittura femminile con particolare riguardo alla forma del racconto, promuovendone l’interesse presso le giovani generazioni e coinvolgendo donne che si trovano in situazioni di particolare difficoltà. La Provincia di Trieste collabora con l’associazione promotrice contribuendo proprio alla  pubblicazione del volume dedicato ai lavori delle donne che hanno partecipato e, in occasione della dodicesima edizione ha sostenuto direttamente una sezione del concorso dedicata alla conoscenza e all’approfondimento dei legami tra le diverse comunità che arricchiscono la provincia”.

La selezione sarà come sempre aperta a tutte le donne, di qualsiasi nazionalità e cultura. I lavori presentati devono essere in lingua italiana o in altra lingua purché accompagnata da traduzione in italiano. Una sezione sarà come sempre riservata agli scritti delle donne detenute. Per la partecipazione, le interessate devono far pervenire il loro elaborato alla Consulta Femminile di Trieste, c.p. 48, Posta Centrale Trieste entro il 30 gennaio 2017.

Tornando all’edizione appena passata, le premiate sono state: Luisella Pacco di Trieste, Premio della Consulta Femminile per il racconto “Che più azzurro non si può”, Nicoletta Fornasaro De Manzini di Trieste, Premio della Provincia per “Lo spazio in mezzo”, Simonetta Cancian di Fossalta di Piave (Venezia), Premio dell’Accademia di Ricerche Sociali – ARS per “Sposa Bambina”, Rita Siligato di Trieste, Premio Sede Rai FVG per “L’acqua sopra i ponti”, Irene Giurovich di Udine, Premio dell’Associazione contro il dolore “Giuseppe Mocavero” per “Si fa presto a dire…. vita”, Elena Blancato di Trieste, Premio dei Giuliani nel Mondo per “Malika”, Marijana Dukic, residente a Trieste, Premio della Commissione Pari Opportunità della Provincia per “Frau Einstein. L’amore è sempre relativo”, Michela Passatempo di Arzene (PN), Premio Pen Club per “Scrivendo volo” e  Silvia Seracini di Ancona, Premio de “Il Piccolo” per “La musica del satellite”.

Visited 31 times, 1 visit(s) today