Sui sentieri dell’Europa: in viaggio lungo il Confine Orientale

Reading Time: 7 minutes
Condividi

Ventisette tappe tra Italia, Slovenia, Austria e Croazia per approfondire il tema cardine del margine/confine/frontiera nelle sue diverse prospettive

Condividi

NOVA GORICA (SLO) – Presentato il progetto “e”, dove “e” sta per Europa.

Un viaggio in 27 tappe lungo il Confine Orientale – tra Italia, Slovenia, Austria e Croazia – che prenderà il via mercoledì 26 giugno a Sankt Peter in Holz, in Carinzia, e si concluderà venerdì 30 agosto, a Trieste.

Le 27 tappe del viaggio, come 27 sono i paesi che fanno parte dell’Unione Europea, sono state scelte per la loro valenza storica, a volte misconosciuta.

Il nucleo centrale di “e” è rappresentato dallo spettacoloSui sentieri per l’Europa, che prosegue la ricerca iniziata da Mattia Cason – antropologo, regista e performer, oltre che ideatore e direttore artistico del progetto – con il precedente “Etiopjke/Le Etiopiche”, con cui ha vinto il premio Scenario 2021.

La nuova pièce prende spunto dall’incontro degli attori Mattia Cason e Alessandro Conte – entrambi diplomati alla Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe – con Muhammad‘Abd al-Mun’im, editore, scrittore e poeta di Aleppo costretto ad abbandonare la Siria per le sue opinioni avverse al regime di Bashar al-Assad e ora rifugiato in Slovenia.

Ogni tappa del progetto “e” prevede una escursione nei luoghi che fanno da scenografia simbolica allo spettacolo – guidata da storici, archeologi, forestali, operatori culturali, pescatori – e la rappresentazione diSui sentieri per l’Europa” nella lingua lì più diffusamente parlata: tedesco, italiano, sloveno, croato o friulano.

Dopo la tappa iniziale di Sankt Peter in Holz, progetto “e” passerà per Pontebba, Konjska Dolina; Magdalensberg; Koprein-Petzen; Fusine Confine; Trenta; Bovec; Purgessimo; Rut; Montemaggiore; Caporetto; Monte Sabotino; Ad Pirum; Prvačina e Gradišče nad Prvačino; Visco; Gorizia e Nova Gorica; Marano Lagunare; Škocjan; Prosecco e Contovello; Bocche del Timavo e Monfalcone; Aquileia; Botazzo; Kaštel; Labin; Osòr; Trieste.

L’itinerario è stato suddiviso in cinque aree: l’area carinziana; l’alta valle dell’Isonzo; Gorizia e il Goriziano; Aquileia, la Bassa friulana e il Carso; Trieste, l’Istria e le isole.

In una delle 5 o 6 tappe di ogni area, dopo l’escursione guidata e prima dello spettacolo, il progetto prevede anche la realizzazione di un incontro volto ad approfondire, con il contributo di antropologi, storici, scrittori e studiosi, il tema cardine del margine/confine/frontiera nelle sue diverse prospettive.

Mattia Cason

Interverranno il medievista e scrittore Angelo Floramo, l’antropologa Špela Ledinek Lozej e il produttore culturale e musicista Emil Krištof (a Fusine Confine, il 7 luglio); le documentariste Nadja Velušček e Anja Medved e il presidente della fondazione Pot miru Zdravko Likar (a Caporetto, il 21 luglio);  il germanista, traduttore e scrittore Hans Kitzmüller, lo storico Renato Podbersiča e l’antropologa Giustina Selvelli (a Nova Gorica, il 4 agosto); il teologo e saggista Andrea Bellavite, l’antropologo Gian Paolo Gri e il giornalista e scrittore Giorgio Banchig (ad Aquileia, il 18 agosto); lo storico Egidio Ivetić e l’antropologa Roberta Altin (a Trieste, il 30 agosto). Modererà gli incontri l’illustratore, scultore, performer e scenografo Anton Špacapan Vončina,

Il viaggio di progetto “e” sarà seguito dalle antropologhe slovene Špela Ledinek Lozej e Nataša Rogelja del Centro SAZU, dall’antropologa tedesca Janine Schemmer e da un video-operatore al fine di realizzare un diario etnografico e un documentario.

In ogni tappa gli spettatori verranno invitati a condividere direttamente le proprie riflessioni in dialogo con le antropologhe, o a esprimere anche in un secondo momento il proprio punto di vista via email o attraverso i canali social del progetto, quasi a formare una ideale “costituente” di una Europa diversa.

Tutti gli appuntamenti di progetto “e” sono a partecipazione libera e gratuita.

Alessandro Conte (© Alice BL Durigatto / Phocus Agency)

Incentrata sulla necessità di promuovere la costruzione di una Europa più unita, l’iniziativa, che fa parte del programma ufficiale di GO!2025, ha come capofila l’associazione culturale vicino/lontano di Udine e si realizza con il supporto di Nova Gorica-Gorizia Capitale europea della cultura 2025 e della Regione Friuli Venezia Giulia.

Ne sono partner il Centro di ricerca dell’Accademia slovena delle Scienze e delle Arti ZRC SAZU, il Centro culturale dell’Università di Klagenfurt UNIKUM, il Centro studi Nediža di San Pietro al Natisone, la Fondazione slovena Pot miru/Walk Of Peace e l’associazione culturale Bottega Errante di Udine. Vi collaborano il Centro sloveno per la Ricerca scientifica e l’Innovazione ARIS, il Centro di produzione En Knap di Lubiana, Tib Teatro di Belluno e l’Agenzia regionale per la lingua friulana ARLeF.

Programma

26 giugno SANKT PETER IN HOLZ/TEURNIA

19:30 escursione guidata al sito archeologico di Teurnia a cura del Landesmuseum Kärnten

21:30 spettacolo (in lingua tedesca)

28 giugno PONTEBBA

19:00 camminata guidata per Pontebba con lo storico Davide Tonazzi

21:30 spettacolo (in lingua friulana)

30 giugno AMBULANTA E PREKO 4G

18:00 visita guidata all’ospedale partigiano

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

3 luglio MAGDALENSBERG

19:30 visita guidata al sito archeologico di Magdalensberg a cura del Landesmuseum Kärnten

21:30 spettacolo (in lingua tedesca)

5 luglio PERŠMANHOF

20.00 visita al museo Peršman a cura del personale del museo

21:30 spettacolo (in lingua tedesca)

7 luglio FUSINE Pr JALEN

17:00 esplorazione dell’area dello spartiacque a cura di Ksenija Jelen

19:00 incontro “Il corpo che cammina”

 con Angelo Floramo, Špela Ledinek Lozej, Emil Krištof

21:30 spettacolo (in italiano)

9 luglio TRENTA

18 ritrovo a Trenta e trasporto in pulmino fino a Mala Koritnica – Soče

18:30 a esplorazione dell’alto corso dell’Isonzo a cura di Marko Pretner

21.30 spettacolo (in lingua slovena)

10 luglio RAVELNIK

18:30 ritrovo a Ravelnik (museo) e partenza in pulmino per Kluze

19:00 esplorazione della bassa valle della Koritnica a cura della Fondazione Pot miru; partenza dalla fortezza di Kluže e arrivo al museo all’aperto di Ravelnik

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

12 luglio PURGESSIMO

18:30 visita guidata alle strutture della guerra fredda del monte Purgessimo a cura della Pro Loco Nediške Doline

21:30 spettacolo (in lingua friulana)

14 luglio RUT

18:00 esplorazione dei borghi di Rut e di Grant a cura dell’associazione KTT Društvo Baška dediščina. Partenza dalla piazzetta del tiglio millennario di Rut

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

17 luglio MONTEMAGGIORE

18:00 esplorazione delle sorgenti del Natisone a cura del Corpo Forestale Regionale – stazione di Attimis

21:30 spettacolo (in lingua italiana)

21 luglio KOBARID

18:00 visita guidata alle pendici orientali del monte Baba e al sito archeologico di Tonovcov grad a cura della Fondazione Pot miru; partenza dal parco Mrzli studenec di Caporetto

19:00 incontro “Tra due fiumi”

con Nadja Velušček, Anja Medved e Zdravko Likar

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

24 luglio MONTE SABOTINO

19:30 esplorazione della cresta sommitale del monte Sabotino e delle trincee della prima guerra mondiale a cura di Bogdan Potokar; partenza dal Dom na Sabotinu

21.30 spettacolo (in lingua slovena)

26 luglio AD PIRUM

19:00 visita guidata al sito archeologico di Ad Pirum a cura del Narodni Muzej Slovenije; partenza dalla Gostilna Stara Pošta

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

28 luglio GRADIŠČE NAD PRVAČINO/PRVAČINA

18:00 esplorazione della media valle del Vipacco con visita al museo delle Alessandrine di Prvačina a cura di Tina Krog e Andrejka Humar; partenza dallo Spominski park di Gradišče nad Prvačino

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

31 luglio VISCO

20:30 esplorazione del paese di Visco a cura di Ferruccio Tassin; partenza dall’ex dogana austro-ungarica oggi Museo sul confine

21:30 spettacolo (in lingua italiana)

4 agosto GORIZIA-NOVA GORICA, CIMITERO ROZNA DOLINA

18:00 visita guidata alla Gorizia ebraica a cura di Lorenzo Drašcek; partenza dalla sinagoga di Gorizia e arrivo al cimitero ebraico di Valdirose di Nova Gorica

19:00 incontro “Le Gorizie dell’altro ieri”

con Hans Kitzmuller, Renato Podbersič e Giustina Selvelli

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

7 agosto MARANO LAGUNARE

19:00 visita guidata alla riserva naturale della Valle Canal Novo; partenza dall’entrata della riserva

21:30 spettacolo (in lingua italiana)

9 agosto ŠKOCJAN

18:00 esplorazione dell’area delle grotte di Škocjan a cura dell’associazione Turistično društvo Škocjan; partenza dalla chiesetta di Canzio, Canziano e Canzianilla

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

11 agosto PROSECCO E CONTOVELLO

19:00 esplorazione di Prosecco e Contovello con partenza dalla Trattoria Sociale di Prosecco

21:30 spettacolo (in lingua slovena)

14 agosto BOCCHE DEL TIMAVO

19:00 visita guidata all’area delle Bocche del Timavo a cura dello storico Roberto Todero; partenza dalla chiesa di San Giovanni in Tuba a San Giovanni di Duino

21:30 spettacolo all’Oratorio san Michele di Monfalcone (in lingua italiana)

18 agosto AQUILEIA

18:00 visita guidata al porto fluviale di Aquileia a cura di Daniele Pasini; partenza dal piazzale antistante il Museo Paleocristiano

19:00 incontro “L’Aquileia afroasiatica”

con Andrea Bellavite, Gian Paolo Gri e Giorgio Banchig

21:30 spettacolo (in lingua italiana)

20 agosto BOTAZZO

19:00 esplorazione della Val Rosandra a cura di una guida locale con partenza dal rifugio Premuda ed arrivo a Botazzo

21:30 spettacolo (in lingua italiana)

21 agosto KASTEL (CASTELVENERE)

18:00 esplorazione della media valle del Dragonja a cura di una guida locale; partenza dalla piazza di Castelvenere vecchia

21:30 spettacolo (in lingua croata)

23 agosto LABIN

21:30 spettacolo (in lingua croata)

nell’ambito del Labin festival

25 agosto OSÒR

21:30 spettacolo (in lingua croata)

30 agosto TRIESTE

17:00 esplorazione di Trieste a cura di Gian Andrea Franchi; partenza dalla risiera di San Sabba e arrivo in Piazza della Libertà

19:00 incontro al teatro Miela “La rotta balcanica”

con Egidio Ivetić e Roberta Altin

21:30 spettacolo al teatro Miela (in lingua italiana)

Visited 31 times, 1 visit(s) today