Studenti e docenti di Francia e Spagna a Cividale

imagazine_icona

redazione

1 Aprile 2022
Reading Time: 2 minutes

Progetto Erasmus+

Condividi

Il Convitto Nazionale Paolo Diacono di Cividale del Friuli rilancia le attività internazionali con il progetto ERASMUS+ P.E.A.C.E. (Proposal for an Energy Autonomous Car Eco-design), grazie al quale dal 2019 il Liceo Scientifico sviluppa attività laboratoriali e di programmazione collegate ai temi dell’energia rinnovabile e della realtà aumentata, assieme alle scuole partner, Lycée La Prat's di Cluny, Francia, e Institut Escola Municipal de Treball di Granollers, Spagna.

Fino a domenica 3 aprile il Convitto apre le porte a 18 studenti francesi e spagnoli, accompagnati dai loro docenti. Dopo mesi di lavori a distanza, armati di mascherine FFp2 e di tanto entusiasmo, gli studenti stranieri saranno impegnati fianco a fianco con 22 studenti delle classi 2^ e 3^ del Liceo Scientifico, al completamento del plastico di una città simbolica, che rappresenta una fusione delle tre città di Cividale, Cluny e Granollers.

Programmazione di piccoli robot, disegno e stampa 3D di componenti, applicazione della realtà aumentata e studio di energie pulite per l’alimentazione degli stessi robot: questo il programma delle attività.

Dopo aver creato le riproduzioni dei monumenti principali delle città coinvolte – per Cividale, il Ponte del Diavolo – alcuni allievi stanno programmando le auto-robot che percorrono le strade del plastico, con lampioni che si accendono comandati via radio dall’auto che sta arrivando, mentre altri stanno lavorando a una app di realtà aumentata che consente di evidenziare le informazioni principali lungo il percorso.

A corollario dell’esperienza, l’occasione di conoscere realtà di eccellenza della regione in ambito scientifico, quali il Sincrotrone di Trieste, a cui è dedicata una visita virtuale per il nesso tra alta tecnologia e le applicazioni legate all’ecologia.

A termine dell’evento, gli studenti italiani saranno a loro volta in partenza per raggiungere i propri colleghi in Spagna, dal 2 al 9 maggio, e in Francia, dal 5 al 13 giugno.

L’evento finale di Cluny – afferma il rettore del Convitto, Alberta Pettoello – sancirà la conclusione di un progetto ERASMUS+ che nel corso di tre anni ha coinvolto oltre quaranta studenti del nostro Liceo Scientifico, con i loro docenti, in preziose occasioni di studio e di confronto culturale. Siamo felici di poter riaprire il nostro Istituto alla presenza di studenti provenienti da altri Stati e ci auguriamo che questa settimana possa rappresentare un ulteriore prezioso passo verso la ripresa di quella dimensione internazionale che da sempre caratterizza il Convitto Paolo Diacono”.

 

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Condividi