Studenti e docenti di Cividale protagonisti in Australia

imagazine_icona

redazione

9 Novembre 2022
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Progetto di mobilità internazionale

Condividi

La città di Cairns nel Queensland, in Australia, segna la tappa conclusiva del DEP (Digital Exchange Program), il progetto di mobilità internazionale organizzato dal Convitto Nazionale Paolo Diacono di Cividale del Friuli dal 2018 per conto e su incarico del Ministero dell’Istruzione.

Una delegazione di studenti e docenti provenienti da quattro scuole superiori italiane, guidata dal rettore del Convitto Nazionale, Alberta Pettoello, si trova infatti nel nord dell’Australia, dal 2 al 12 novembre, per un progetto didattico laboratoriale sviluppato assieme a coetanei della Cairns State High School.

Humans as Nature Australia”, questo il titolo del laboratorio su modello CBL (Challenge Based Learning), è un’attività di collaborative mapping e collaborative writing incentrata sull’unione indissolubile dei diritti di natura e uomo. La città di Cairns ne è sede ideale per la presenza nell’area di due siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO, di notevole rilevanza ed estensione: la grande barriera corallina e la foresta pluviale.

Obiettivo degli studenti è indagare il rapporto ancestrale tra uomo e natura per trasformarsi in guardiani della natura e diventarne protettori consapevoli, tramite un dialogo tra l’ecosistema mare-foresta australiano e siti simili del territorio italiano. In tal senso, infatti, il progetto completa il percorso già avviato in Oceania dal Convitto Nazionale nello scorso mese di agosto 22, sempre nell’ambito del DEP. In quell’occasione la missione internazionale “Humans as Nature New Zealand” era stata dedicata all’esplorazione dei diritti del fiume Whanganui in Nuova Zelanda, il primo al mondo ad aver ottenuto personalità giuridica, in un dialogo simbolico con grandi fiumi italiani.

Oltre al “Paolo Diacono” di Cividale, sono presenti nel Queensland in rappresentanza della scuola italiana delegazioni di altri tre istituti, selezionati per attività di eccellenza nell’ambito tematico del laboratorio: l’Istituto “Volterra-Elia” di Ancona, il Liceo “King” di Genova e il Liceo “Pascasino” di Marsala. L’evento coinvolge attivamente anche studenti della Cairns State High School, scuola partner di lunga data del Convitto, con la quale l’Istituto ha riavviato negli ultimi mesi le relazioni internazionali dopo l’interruzione dovuta alla pandemia.

“Si chiude con l’Australia – osserva il rettore Pettoello – il Digital Exchange Program, progetto ideato dal Convitto Nazionale nel 2018 per valorizzare la dimensione internazionale del Piano Nazionale Scuola Digitale del Ministero dell’Istruzione, con il coinvolgimento attivo di studenti eccellenti di Istituti scolastici che si sono distinti nelle metodologie didattiche innovative. Negli anni, il DEP ha promosso numerose missioni della scuola italiana in tutto il mondo, dal Canada all’India, dall’Ecuador al Nepal. Inoltre, nei sei mesi di EXPO Dubai, abbiamo supportato la realizzazione in Padiglione Italia di quattro laboratori nell’ambito del programma Education del Ministero. Dal 2018 ad oggi, studenti eccellenti provenienti da decine di scuole di tutta Italia hanno potuto vivere esperienze di confronto, conoscenza e crescita nell’ambito di progetti dedicati a tematiche dell’Agenda 2030, con l’obiettivo di prepararsi ad affrontare le più importanti sfide che il futuro ci riserva”.

 

Visited 32 times, 1 visit(s) today