Spazi coworking alle Poste: Sagrado prima in Friuli Venezia Giulia

Reading Time: 3 minutes

Uffici privati e postazioni lavorative a disposizione di aziende e studenti universitari. Ma anche sale riunioni e area ristoro

Condividi

 

SAGRADO – Sagrado è la prima località del Friuli Venezia Giulia dove sta prendendo forma il progetto “Spazi per l’Italia, una delle due linee di intervento, assieme allo Sportello Unico per il cittadino nei piccoli centri (Comuni con meno di 15mila abitanti), in cui si declina il progetto Polis. Sono infatti in via di completamento i lavori che interessano parte dell’edificio di Poste Italiane in via Gabriele D’Annunzio che è stato trasformato in uno spazio di coworking per offrire nuove soluzioni di lavoro e opportunità di crescita a tutto il territorio della Venezia Giulia.

L'ufficio postale di Sagrado
L’ufficio postale di Sagrado

Spazi per l’Italia” prevede la realizzazione di 250 siti di Coworking, di cui 6 in Friuli Venezia Giulia, diffusi su tutto il territorio nazionale attraverso il recupero di spazi non più utilizzati, che verranno trasformati in ambienti di lavoro condiviso a disposizione delle comunità locali.

L’offerta commerciale degli “Spazi per l’Italia” include mobili degli uffici a disposizione dei lavoratori, connessione internet Wi-Fi, accesso a stampanti e scanner, pulizia e manutenzione, utenze e climatizzazione degli ambienti.

Gli spazi sono pensati per essere condivisi soprattutto da aziende, professionisti, privati ma non solo; offrono soluzioni innovative caratterizzate dalla possibilità di utilizzo sia di uffici/sale riunioni dedicati di diverse dimensioni, sia di singole postazioni di lavoro in open space, sia di sale multifunzionali per eventi e delle aree comuni (es. welcome&relax, break, copy, ecc.).

Dagli uffici alle sale riunioni

L’immobile via Gabriele D’Annunzio è stato completamente ristrutturato e allestito con uffici moderni, digitalizzati e dotati di postazioni di lavoro attrezzate, open space, aree break e sale riunioni.

Alla presentazione del progetto, nella Sala del Consiglio del Comune di Sagrado, hanno preso parte il sindaco Marco Vittori; Elisa Ambrosi, direttore operativo della sede di Gorizia di Confindustria Alto Adriatico; Mirko Baratello, imprenditore, titolare di Bfenterprise e in rappresentanza di Netech; Oscar Zorgniotti, Confartigianato Gorizia; Ivo Bozzato, Coldiretti Gorizia, e una delegazione di Poste Italiane rappresentata da Luca Piantadosi e Salvatore Carbone di Area Immobiliare; Matteo Magnaghi, responsabile Relazioni Istituzionali Nordest; Federico Moro, direttore della Filiale di Gorizia.

«Lo spazio di coworking creato da Poste Italiane a Sagrado – spiega il sindaco Vittori – rappresenta un’ottima opportunità per operatori economici, associazioni di categoria, sodalizi, così come per i privati nel nostro territorio. Penso, ad esempio, ai titolari di partita IVA e alle aziende individuali, che non possono contare di spazi adeguati nelle proprie abitazioni e che ora possono contare su un ufficio moderno, dotato di tutti i comfort e accessibile. Auspico che ne possano beneficiare anche gli studenti universitari, considerato che si tratta di uno spazio “chiavi in mano” adatto ad ogni esigenza».

Il nuovo spazio coworking si trova a fianco dell’Ufficio postale di via D’Annunzio, inserito in un’area verde che costeggia il ramo del fiume Isonzo visibile dalle ampie vetrate.

Dotato di parcheggio che serve anche l’Ufficio postale, conta 3 uffici privati (chiusi con porta a vetri) che possono ospitare ciascuno 2 persone e altri 2 uffici privati che ne possono ospitare fino a 10 persone e possono essere utilizzate anche come sale riunioni per eventi aziendali, associativi così come per riunioni condominiali. A questi si aggiungono un open space con altre 4 postazioni e un’area break.

Visited 72 times, 1 visit(s) today
Condividi