Premio Leali Young a Emma Corrado e Morena Pinto

Reading Time: 3 minutes

Assegnato il riconoscimento in memoria di Cristina Visintini. La consegna durante il Festival del Giornalismo a Ronchi

Condividi
Emma Corrado e Morena Pinto

Emma Corrado e Morena Pinto

RONCHI DEI LEGIONARI – Emma Corrado e la triestina Morena Pinto sono le vincitrici della terza edizione del Premio Leali Young in memoria di Cristina Visintini.

Quest’anno il tema del concorso era il rapporto tra giornalismo e intelligenza artificiale (IA): Emma Corrado ha vinto nella categoria “podcast o prodotti web” con l’articolo Nani sulle spalle di giganti, in cui ha proposto un nuovo ruolo del giornalista come curatore e interprete delle informazioni generate dall’IA.

Morena Pinto ha conquistato la categoria “articolo su carta stampata” con il pezzo I titolisti non ci lasceranno mai!, riflettendo sul futuro del titolista minacciato dall’intelligenza artificiale.

La premiazione

Le due giovani verranno premiate martedì 11 giugno a Ronchi dei Legionari alle 19 subito dopo l’inaugurazione della X edizione del Festival del Giornalismo: riceveranno un premio di 500 euro ciascuna e saranno ospiti durante tutta la settimana del Festival a supporto dell’ufficio stampa.  

«È stato bello vedere – spiegano la vicepresidente e il presidente di Leali delle Notizie Giulia Micheluzzi e Luca Perrinoche il nostro concorso è stato positivamente accolto da giovani aspiranti giornalisti di tutta Italia che si sono messi in gioco con le loro proposte giornalistiche sul tema dell’intelligenza artificiale. Durante il Festival del Giornalismo i premiati supporteranno l’ufficio stampa e di comunicazione della nostra associazione. Seguiranno la nostra manifestazione da vicino, comprenderanno come funziona la sua organizzazione, senza contare che avranno modo di interfacciarsi con giornalisti di calibro nazionale e internazionale».

In memoria di Cristina

Il Premio Leali Young in memoria di Cristina Visintini è stato realizzato dall’associazione con l’obiettivo di incentivare e promuovere l’inserimento dei giovani nella professione giornalistica, ricordando la giornalista e vicepresidente di Leali delle Notizie Cristina Visintini, scomparsa nell’agosto 2021.

Nel corso della sua vita Cristina si è sempre battuta contro il precariato nel giornalismo e per la tutela dei diritti dei più giovani che intendono intraprendere questa professione. Cristina era innamorata del proprio mestiere e ha sempre incoraggiato i giovani a non arrendersi, a provare con coraggio a diventare dei giornalisti e a battersi per cambiare le norme che regolano la professione e che negli anni hanno reso sempre più instabile il settore dell’informazione.

Il Premio Leali Young – in memoria di Cristina Visintini è finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e appoggiato dall’amministrazione comunale di Ronchi dei Legionari.

Morena Pinto

Morena Pinto, classe 1997, è triestina di nascita, ma con lo sguardo intorno. Interessata alle dinamiche sociali, ha conseguito la laurea triennale in sociologia all’Università di Urbino. Non contenta decide, poi, di conoscere da vicino la sfera della comunicazione e incappa nel Master in Giornalismo ed Editoria dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Colpita durante una lezione dalla frase di un mostro sacro come Simonetta Fiori, «fare la giornalista non è tanto diverso dalla psicoterapeuta», si lancia di petto in questo mestiere. Da quasi due anni collabora con la testata online Trieste.news e dal 2024 con Il Piccolo. Ha anche una newsletter, «Pelle Atopica: uno spazio di contatto tra pruriti e co-esistenze».

Emma Corrado

Emma Corrado è una studentessa che frequenta il secondo anno del corso triennale di Lettere Moderne all’Università Statale di Milano e dopo il suo percorso universitario vorrebbe intraprendere la carriera giornalistica. Si è diplomata al Liceo classico Racchetti Da-Vinci di Crema nel 2022 con la votazione di 100 e lode; durante la frequenza al liceo ha seguito un corso di formazione sul debate a livello nazionale ed è stata nominata rappresentante degli studenti del Nord Italia per il Comitato organizzativo della Notte nazionale del Liceo classico, collaborando anche alla redazione del giornale online «Sotto nuova luna».

Durante il primo anno di università ha partecipato a una Summer University a Belgrado gestita dal progetto CLEO e da Erasmus +, incentrata sul tema della memoria culturale in Europa. Nel tempo libero coltiva una grande passione per l’atletica leggera, che ha praticato per molti anni a livello agonistico, partecipando varie volte ai campionati nazionali italiani.

Visited 56 times, 1 visit(s) today
Condividi