Pallacanestro Trieste ai vertici per l’affluenza di pubblico

imagazine james nevati

James Nevati

30 Novembre 2023
Reading Time: 3 minutes

Con una media di 3.539 spettatori a partita è seconda dietro la Fortitudo. Ma riempie pochi posti in Palasport. Udine quarta, Cividale nona

Condividi

TRIESTE – La Lega Nazionale Pallacanestro ha diffuso oggi i dati che fotografano l’affluenza dei tifosi nei vari palazzetti italiani durante il girone d’andata di Serie A2.

In questa speciale classifica Pallacanestro Trieste si afferma come una delle più importanti forze del campionato piazzandosi al secondo posto nella media-spettatori per gara (3.539). 

Uno dei dati centrali dell’analisi condotta da LNP è quello dell’incremento medio rispetto alla passata stagione, dove Trieste occupa la seconda piazza con un +43% di pubblico per le prime 6 sfide di campionato, alle spalle solamente di Trapani.  

Tutto il campionato LNP di Sere A2 ha registrato un incremento medio, trainato dai dati di Trieste e Trapani, che si attesta su un +39%. 

I dati che ha diffuso oggi la LNP ci rendono orgogliosi – commenta il general manager di Pallacanestro Trieste, Michael Arcieri – perché non si tratta solo di numeri, si tratta di persone. Ogni tifoso è importante e contribuisce a creare questo ambiente meraviglioso che è la Pallacanestro Trieste”. 

Nelle 132 gare disputate, sono affluiti nei palasport 242.062 spettatori, per una media-gara di 1.834. Lo scorso anno erano stati 221.054 e 1.316. In un’andata strutturata su 11 turni, sono state giocate 30 gare in meno. Quindi il dato medio è più indicativo di quello assoluto. Il 41.6% dei Club ha pubblico oltre la media del campionato. 

Si conferma leader assoluta la Fortitudo Bologna, che detiene tutti i 4 primati della valutazione: spettatori complessivi (30.697), media spettatori per gara (5.116), incasso globale (503.780) e incasso-medio (83.963). Tutti dati in crescita rispetto alla scorsa stagione.

Nella Top 5 per media-spettatori segue Trieste (3.539), Trapani (2.957), Udine (2.947) e Rimini (2.927). Si spingono oltre quota 2.000 anche Cantù (2.774), Forlì (2.634), Verona (2.172) e Cividale (2.038). Decima è Treviglio con 1.850. 

La Fortitudo Bologna è passata da 4.238 spettatori ai 5.116 dell’attuale, per un +20,7%. Sono altrettanto significative le crescite di Cantù (+26%) e Rimini (+24%). Ma è eclatante quella di Trapani, passata da 973 spettatori di media della passata stagione ai 2.957 della attuale, per un +204%. C’è un altro dato che merita attenzione: al termine dell’andata della stagione 2022/2023, Trieste viaggiava a una media di 2.483 spettatori. L’incremento di quella corrente è di conseguenza pari al +43%. 

Il Club che riempie più posti del suo palasport è Trapani, al 98% di quelli disponibili. Seguono Fortitudo Bologna (95%), Rimini (94%), Udine (84%), Cividale (74%) e Trieste (53%). 

Dietro la Fortitudo Bologna, gli incassi modificano un po’ il ranking rispetto alle presenze. Non per il secondo posto, che resta di Trieste (54.740 €), ma a seguire troviamo Rimini (34.561 €), Trapani (26.394 €), Forlì (26.040 €), Udine (22.381 €), Cantù (18.112 €), Verona (16.228 €), Torino (16.145 €) e Cividale (15.212 €) a chiudere le prime dieci. Gli incassi generati dal girone di andata della Serie A2 sono stati pari a 2.249.190 €; lo scorso anno erano stati di 1.821.732 €. E la media-gara è passata da 10.844 € a 17.039 €. 

Il record assoluto per la Serie A2, sia di spettatori che di incasso, resta quello registrato il 6 gennaio 2017, per il derby di Bologna tra Virtus e Fortitudo, giocato alla Unipol Arena davanti a 9.291 spettatori, per un incasso di 262.046 €.

 

Visited 48 times, 1 visit(s) today
Condividi