Lotta al diabete, il FVG si illumina di blu

imagazine livio nonis

Livio Nonis

12 Novembre 2020
Reading Time: 3 minutes
Condividi

Coinvolta tutta la regione

Condividi

La Giornata Mondiale del Diabete (GMD) è stata istituita nel 1991, si è scelto il 14 novembre, data di nascita del fisiologo Frederick Banting che, insieme a Charles Best, ha scoperto l’insulina nel 1921. Una scoperta che da quel giorno ha permesso, alle persone affette da diabete, di vivere.

Ogni anno, durante il mese di novembre, in tutto il mondo si mettono in atto una serie di iniziative per sensibilizzare su questa patologia, facendo informazione e prevenzione. Il diabete, infatti, è una patologia complessa che richiede formazione, competenza, responsabilità e aderenza terapeutica.

La regione Friuli Venezia Giulia, da est a ovest, si illuminerà di blu. L'associazione INSÙ (Associazione Giovani diabetici di Trieste) unitamente al gruppo Isontino, con la collaborazione del comune di Monfalcone, si è attivata per illuminare di blu, già da venerdì 13 alle ore 17, la Loggia del Palazzo Municipale e le due fontane all'Anconetta e di Piazza Unità; anche la città di Trieste partecipa alle celebrazioni: fino al 15 novembre l'ingresso dell'ospedale pediatrico Burlo Garofolo sarà colorato con luci blu.

Grazie all'Associazione Friulana Famiglie Diabetici, nei giorni 13-14-15 novembre verrà illuminato il campanile più alto d'Italia, quello di Mortegliano; l’associazione, che dal 1978 opera su tutto il territorio regionale, è costituita da volontari che lavorano per superare le non poche difficoltà che ogni diabetico e i suoi famigliari incontra quotidianamente, e dal 1982 ha aderito alla FAND (Associazione Italiana Diabetici), intraprendendo un cammino di ulteriore apertura per unire la sua voce e le sue energie a quelle di altre associazioni di volontariato italiano.

Anche i Comuni di Pordenone e Sacile aderiscono all'iniziativa illuminando i relativi municipi grazie alla collaborazione dell'associazione INSÙ Pordenone.

Sweet Team Aniad Fvg (associazione atleti diabetici) ha scelto di supportare l'iniziativa organizzata dai Madracs, squadra friulana di ragazzi che giocano a Hokey su carrozzina elettrica, il cui obiettivo è acquistare un furgone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diabete Italia è una federazione che riunisce associazioni di persone con diabete e società scientifiche in ambito diabetologico, che collaborano nell’interesse delle persone con diabete. Il tema scelto per la Giornata Mondiale del Diabete di quest’anno è il ruolo dell’infermiere all’interno del team diabetologico. Un ruolo importante, che permette un miglior coinvolgimento del paziente con il team, ma anche un aiuto indispensabile per garantire una maggior aderenza alla terapia e un importante supporto nell’educazione terapeutica dei pazienti, un valido aiuto per evitare le complicanze che compaiono quando il diabete non è ben compensato. Quest’anno, a causa dell’emergenza dovuta al Covid, vista l’impossibilità di organizzare eventi in presenza, sono stati organizzati quattro webinar, che si possono seguire anche sulla pagina Facebook fb.me/motoresanita, a partire dal 12 novembre, su tematiche dedicate ai pazienti, ma anche a chi non ha il diabete e a chi non sa ancora di esserne affetto.

Al webinar di venerdì 13, incentrato sull’innovazione, saranno presenti come moderatori la dottoressa Roberta Assaloni, medico diabetologo presso il Centro Diabetologico dell’Ospedale di Monfalcone, e l’ingegner Elena Frattolin, presidente del Coordinamento Regionale delle Associazioni di persone con Diabete, C.R.A.D., che rappresenta la quasi totalità di associazioni del Friuli Venezia Giulia.

Visited 4 times, 1 visit(s) today