La Dedica di Pordenone per Arturo Pérez-Reverte

imagazine_icona

redazione

21 Novembre 2023
Reading Time: 2 minutes

Lo srittore spagnolo, autore di best seller mondiali, sarà il protagonista del festival in programma a marzo

Condividi

PORDENONE – Arturo Pérez-Reverte, uno dei più importanti scrittori spagnoli di oggi, il più venduto al mondo fra gli autori del suo Paese e i cui romanzi sono tradotti in quaranta lingue, sarà al centro di Dedica 2024, il festival organizzato dall’Associazione Culturale Thesis con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Pordenone e della Fondazione Friuli.

Dal 16 al 23 marzo, seguendo la formula che da sempre la contraddistingue, Dedica approfondirà e declinerà la poetica e l’universo letterario di Pérez-Reverte in varie espressioni artistiche: libri, incontri, cinema, teatro mostre, eventi che coinvolgeranno gli adulti e le giovani generazioni, da sempre al centro di un lungo e meticoloso lavoro di coinvolgimento e di formazione.

Ma il 2024 non sarà un anno come gli altri per la rassegna monografica che mantiene la sua unicità e riconoscibilità nel panorama dei festival letterari grazie alla sua specificità – l’approfondimento – che ne fa ancora un unicum. Dedica taglierà infatti il traguardo dei 30 anni, anniversario che, come spiega il presidente dell’associazione Thesis Antonino Frusteri, “festeggeremo con una serie di iniziative lungo l’intero arco del 2024 e che presto presenteremo nel dettaglio. Fra queste, il ritorno di alcuni degli scrittori che sono stati protagonisti delle precedenti edizioni ed eventi che condurranno in un viaggio a ritroso nei tre decenni il nostro pubblico, che rinnoverà al festival e agli autori quell’attenzione e quell’affetto da sempre valori aggiunti fondamentali nel successo di Dedica”.

Arturo Pérez-Reverte è stato per oltre 20 anni corrispondente di guerra per la carta stampata e la televisione: Africa, Medio Oriente, America Latina, Bosnia… Dal 1994 ha deciso di dedicarsi completamente alla letteratura. Uno dei suoi titoli più noti al pubblico italiano è Il club Dumas, da cui è stato tratto il film La nona porta di Roman Polanski, con Johnny Depp.

Sette suoi romanzi sono stati adattati per il cinema e altri per serie televisive. Pluripremiato per il suo lavoro, è Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere di Francia e dal 2003 membro della Real Academia Española, la più alta istituzione spagnola per la lingua e la letteratura.

 “La sua – spiega Claudio Cattaruzza, curatore di Dedica – è una scrittura superlativa sia dal punto di vista stilistico sia per la maestria nella caratterizzazione dei personaggi, siano essi provocatori o meschini, come accade spesso per le figure maschili, siano le donne, che nelle sue pagine sono le figure più belle: lucide, intelligenti, sensibili e sempre migliori dei maschi.

I libri di Peréz-Reverte, si prestano a più livelli di lettura e provocano sempre il lettore, offrendogli una serie di spunti e stimoli che lo spingono a cercare i riferimenti storici e culturali nei quali le trame affondano le radici.

Per questo sottoscriviamo la sua affermazione che la cultura e l’educazione sono oggi l’unico antidoto alla miseria umana”.

 

Visited 1 times, 1 visit(s) today
Condividi