Karate, trionfo italiano in salsa cervignanese

imagazine livio nonis

Livio Nonis

30 Ottobre 2023
Reading Time: 2 minutes

L’Italia conquista il primo posto ai campionati continentali IKI in Slovenia, grazie a quattro ori e due argenti conquistati da Namoini e Pozzato dello Sport Planet

Condividi

NOVO MESTO (Slovenia) – Risultato di prestigio per gli atleti del “Di Meglio Karate Team” – Sport Planet Cervignano al Campionato Europeo Karate IKU (International Karate Union) che si è svolto presso l’Olympic Training Center di Novo Mesto in Slovenia.

Martina Namoini e Marco Pozzato hanno rappresentato e portato alto il tricolore tra le file della Nazionale che la Federazione Italiana Karate (FIK) ha messo in campo dal 26 al 29 ottobre.

Sei podi per un totale di quattro ori e due argenti il loro risultato (oro nel Kumite Femminile individuale categoria assoluti, argento nel Kumite Femminile individuale categoria +63 Kg e argento nel Kumite Femminile a squadre per Namoini; oro nel Kumite Maschile individuale categoria assoluti, oro nel Kumite Maschile individuale categoria +80 Kg e oro nel Kumite Maschile a squadre per Pozzato).

Tra gli ufficiali di gara della società cervignanese, in campo anche l’arbitro internazionale Fabio Maglione.

“Devo ringraziare i miei ragazzi – ha commentato il direttore tecnico di Sport Planet, Giovanni Di Meglio – per le grandi soddisfazioni che da anni mi regalano. Oltre che congratularmi per l’indiscussa performance dei nostri due campioni, anche una nota di merito va riconosciuta per lo straordinario lavoro tecnico che giornalmente e professionalmente svolgono per portare gli agonisti della nostra associazione sportiva ai vertici internazionali, agli allenatori Diego Gruer e Andrea Pozzato nonché al presidente federale nazionale e al suo staff, Riccardo Mosco, per il grande impegno nel dare ai ragazzi della FIK quelle occasioni che pochi sanno offrire. Da presidente del comitato regionale FIK, devo dire che bisogna essere fieri di essere parte di un’organizzazione che supporta i suoi atleti tecnicamente ed economicamente dandogli quell’opportunità di vivere un sogno agonistico che in altre realtà sportive del settore non sarebbe possibile avere”.

Al termine di questi quattro giorni di gara la nazionale italiana ha conquistato il podio del primo classificato seguita da Romania, Slovenia e Polonia.

 

Visited 32 times, 1 visit(s) today
Condividi