Gli NFT si trovano anche al supermercato

imagazine_icona

redazione

15 Marzo 2023
Reading Time: 2 minutes

Bennet lancia il programma di loyalty “Bennet NFT Club”

Condividi

Gli NFT ha preso sempre più piede negli ultimi anni, rivoluzionando completamente il concetto stesso di possesso degli oggetti. Questi non-fungible token sono dei beni digitali unici: dei gettoni, contenenti immagini o altri file, resi non replicabili da un codice interno. Il loro successo, come spesso accade con le cose che nascono da internet, si deve ai gattini. Nel 2014 nasce questa tecnologia, che raggiunge l’apice nel 2017 grazie a un videogioco chiamato CryptoKitties, che permetteva di acquistare e crescere dei gatti virtuali con le criptovalute: una strategia che fece schizzare la quotazione dei micetti a cifre vicine ai 150mila dollari.

Ma il successo degli NFT non è solamente da collegare al mondo del gaming, perché quest’ultimi possono essere anche collegati alla musica, all’istruzione, allo spettacolo e all’arte. È una tecnologia, dunque, che si sta espandendo e che sta conquistando sempre più settori. Proprio per questo Bennet ha deciso di portarla per la prima volta nel mondo GDO con l’innovativo programma di loyalty “Bennet NFT Club”. Con questo concorso viene offerta l’opportunità di vincere dei prestigiosi premi: un’opportunità sia per chi vuole approcciarsi per la prima volta al mondo della blockchain, sia per chi è già un collezionista affermato.

I premi in palio, indicati dall’infografica di Bennet, sono sei e hanno un valore complessivo di 7.500 euro. Sono principalmente opere d’arti digitali: una tipologia di NFT che ha reso celebre questo mercato. Non è un caso che alcuni dei pezzi da collezione che hanno acquisito più valore nel mondo del non fungibile sono appartenenti a una collezione d’arte digitale di nome Bored Ape Yacht Club. Parliamo di opere in cui vengono raffigurate tantissime scimmie annoiate, caratterizzate sempre da un dettaglio differente. Il prezzo di uno di questi cripto-primati è passato dagli inziali 200 dollari agli oltre 300mila attuali. 

 

Visited 2 times, 1 visit(s) today
Condividi