Festival del Giornalismo: anteprima in 8 comuni

Reading Time: 5 minutes

Dal 24 maggio in programma 17 appuntamenti tra l’Isontino e la Bassa Friulana. Coinvolte anche le scuole

Condividi
(© Luca A. d'Agostino/Phocus Agency)

(© Luca A. d’Agostino/Phocus Agency)

RONCHI DEI LEGIONARI – Scatta nel fine settimana ‘Aspettando il Festival…‘ di Leali delle Notizie, l’anteprima del Festival del Giornalismo, giunto alla decima edizione e in programma dall’11 al 16 giugno a Ronchi dei Legionari.

Dal 24 maggio all’1 giugno17 appuntamenti porteranno occasioni di riflessione su temi di attualità in otto Comuni dell’Isontino e della Bassa Friulana.

Il calendario del pre festival spazierà dall’intelligenza artificiale alla situazione internazionale, dal trasporto delle merci alla salute mentale, passando per gli incontri con le scuole e l’inaugurazione di due mostre, ovvero ‘Macelleria mafia‘, che raccoglie gli scatti dei fotoreporter dell’agenzia Studio Camera Franco Lannino e Michele Naccari, e ‘Appunti fotografici’, immagini dei conflitti, delle pestilenze e dei disastri ambientali che Pietro Del Re ha coperto come inviato negli ultimi quindici anni.

Gli incontri di ‘Aspettando il Festival…’ saranno itineranti: oltre a Ronchi dei Legionari, saranno coinvolti i comuni di Aquileia, Fogliano Redipuglia, Gorizia, Sagrado, San Canzian d’Isonzo, San Pier d’Isonzo e Staranzano.

Protagonisti di una parte degli appuntamenti saranno gli studenti della Scuola media Leonardo da Vinci di Ronchi dei Legionari, dell’Istituto Don Milani di Aquileia, dell’Istituto Dante Alighieri di Staranzano e dell’Isis Pertini di Monfalcone.

Il programma

‘Aspettando il Festival…’ si aprirà venerdì 24 maggio con tre eventi in programma a Ronchi dei Legionari. Si parte alle 9.15 al Palatenda (piazzale Martiri delle Foibe), con la conversazione con Isabella Comuzzo e Dmytro Fursov, studenti del BEM e campioni italiani di sistemi robotici che, a settembre, rappresenteranno l’Italia ai Mondiali di Lione. Saranno presentati da Daniele Tibaldi.

Alle 18.30, nella sede dell’associazione Leali delle Notizie (piazzetta Francesco Giuseppe I a Ronchi), è in programma il vernissage della mostra Macelleria mafia dei reporter Franco Lannino e Michele Naccari. L’esposizione, in collaborazione con Teatro Miela Bonawentura di Trieste e Associazione Apertamente di Monfalcone, racconta la carneficina che si è consumata per le strade di Palermo e della provincia, soprattutto nel cosiddetto ‘triangolo della morte’, a partire dagli anni Ottanta. All’inaugurazione, curata da Enzo D’Antona, sarà presente Franco Lannino. Gli scatti saranno poi visitabili fino al 30 agosto.

Infine, alle 20.30, al Parco Excelsior (via Roma), sarà la volta di Dall’Argentina all’Europa a passo di tango. La lunga storia di un ballo senza confini con il maestro di pianoforte Giovanni Baldini e i tangueri del Circolo del Tango di Trieste.

Sabato 25 maggio, l’appuntamento è alle 20 nel giardino di piazzetta Dell’Emigrante a Ronchi dei Legionari per riflettere su Accessibilità: un’impresa non per tuttiWilliam Delnegro (presidente di Willeasy srl, Io ci vado APS; Commissione Pari opportunità del Comune di Martignacco e TedX Speaker) e Paola Severini Melograni (direttore Angelipress), moderati dal giornalista e scrittore Roberto Covaz, si confronteranno su tecnologia e inclusione, un’accoppiata vincente nel superamento di ogni tipo di barriera.

Domenica 26, alle 21, sarà lo spazio antistante al Municipio di San Canzian d’Isonzo (largo Garibaldi, località Pieris) ad accogliere la presentazione del libro La fine dell’Inghilterra di Antonio Caprarica.  Assieme al noto giornalista e scrittore, dialogherà Paolo Mosanghini, vicedirettore del Messaggero Veneto.

Lunedì 27 si torna a Ronchi dei Legionari con un altro evento dedicato agli studenti, ma aperto a tutti. Alle 10, al Palatenda, si parlerà di Quanto conta l’immagine al giorno d’oggi? con Martino Deotto e Matteo Zamparo, presidente e vicepresidente dell’Associazione Illustra APS di Monfalcone.

In serata a San Pier d’Isonzo alle 21, nell’area verde dietro al Municipio, il tema dell’incontro sarà La giustizia amministrata dall’intelligenza artificiale: distopia o realtà?. A confrontarsi su paure e potenzialità degli algoritmi, nell’evento organizzato in collaborazione con Fake News Festival di Udine, saranno Mauro Barberis, giurista e docente dell’Università degli Studi di Trieste, il magistrato Valerio de GioiaGabriele Franco, avvocato ed esperto di intelligenza artificiale, e l’avvocato Luigi Viola, moderati dalla giornalista e scrittrice Luana De Francisco.

Ancora giovani protagonisti martedì 28 alle 10 al Palatenda di Ronchi dei Legionari grazie alla testimonianza di Gabriele Grosso, guida e aiuto istruttore della prima scuola italiana di cani da slitta, che ha saputo trovare un motivo di crescita nelle tragedie, rialzandosi dopo ogni caduta; dialogherà con Agnese Baini, comunicatrice scientifica.

Alle 21, appuntamento a Staranzano, nella Sala Delbianco, con Nel mondo globalizzato e interconnesso come cambiano i trasporti e la logistica?. Partendo dal libro La signora delle merci (LUISS University Press, 2023) di Cesare Alemanni si rifletterà sull’importanza della movimentazione dei prodotti; assieme all’autore del volume ci saranno Stefano Bonaldo (economista esperto di portualità) e Daniele Testi (esperto di logistica sostenibile), moderati dal giornalista Daniele Micheluz.

Mercoledì 29 ‘Aspettando il Festival’ farà tappa a Gradisca d’Isonzo: alle 21, nella Corte Marco d’Aviano di Palazzo Torriani, si tratterà di La NATO è ancora necessaria? Che ruolo ha per l’Italia a 75 anni dalla sua istituzione? Nell’Alleanza, che comprende ormai 32 Paesi, sembra che la solidarietà sia sempre più precaria: sul tema si confronteranno Katherine Barbieri (professoressa di Scienze Politiche alla South Carolina University), Mirko Campochiari (storico e analista militare), Paolo Capitini (analista) e Lucio Martino (analista freelance

di politica internazionale), moderati dallo storico e giornalista Gregory Alegi.
Giovedì 30 maggio doppio appuntamento dedicato agli studenti ad Aquileia. Si parte alle 9 nella palestra dell’Istituto comprensivo Don Milani con Vero o Falso?, la presentazione di Gattaldo, Art Director, illustratore e autore per ragazzi, che invita a mettere in discussione le informazioni, grazie a una lettura critica dei media. Alle 10.30, invece, è in programma la conversazione con Cesare Moreno, presidente di Maestri di Strada onlus, che si occupa di disagio giovanile, in dialogo con il giornalista e scrittore Francesco De Filippo.

Alle 18, all’Auditorium comunale Casa della cultura di Ronchi dei Legionari, si terrà il vernissage della mostra Appunti fotografici di Pietro Del Re. Le immagini raccontano dei conflitti, delle pestilenze e dei disastri ambientali che Del Re ha coperto come inviato negli ultimi quindici anni. L’incontro sarà introdotto da Cristina Cristofoli, scrittrice e coach.

Infine, alle 21, al Parco Milleluci di Sagrado per Giornalismo, mafia e intelligenza artificiale. Quali vantaggi può offrire l’AI nel campo delle indagini giornalistiche? Come cambia il lavoro d’inchiesta? Indagare sulla criminalità organizzata richiede ancora di esporsi o è possibile lavorare in modo diverso? Ne parleranno Lorenzo Di Pietro (giornalista Irpi), Andrea Giambartolomei (giornalista de Lavialibera) e Celia Guimaraes (giornalista tecno-scientifica), moderati dal giornalista e docente Emanuele Franzoso.

Venerdì 31, ancora studenti protagonisti: alle 10, all’Auditorium delle Scuole dell’Istituto comprensivo Dante Alighieri di StaranzanoGattaldo parlerà di Vero o Falso?, ovvero come orientarsi nel modo dell’informazione.

Alle 21, a Fogliano Redipuglia, nel piazzale antistante la Biblioteca Comunale, la serata Boris Pahor, scrittore senza frontiere in collaborazione con l’Accademia Europeista del Friuli Venezia Giulia. Un uomo che ha sempre combattuto per la libertà contro tutti i totalitarismi, testimone oculare delle tragedie del Novecento che ha saputo raccontare con lucidità estrema: gli insegnamenti del grande intellettuale sloveno triestino continuano a essere attuali e imprescindibili. Ne parleranno Walter Chiereghin (direttore del mensile web Il Ponte rosso), Tatjana Rojc (scrittrice e Senatrice della Repubblica) e Pietro Spirito (scrittore e giornalista), moderati dal giornalista Alex Pessotto; con letture in italiano a cura di Cinzia Benussi Lorena Boscarol (Lettori in Cantiere della Biblioteca Comunale di Monfalcone) e in sloveno, a cura di Zora Černic e Veronika Mikulin.

Gran finale del pre festival sabato 1 giugno, alle 21, in Sala Dora Bassi a Gorizia, con Donne e manicomi, una lunga storia di soprusi. Non ci voleva nulla a finire rinchiuse: una depressione post-partum, un comportamento poco convenzionale, il bisogno di un uomo di liberarsi di una donna. E, insieme alle donne, in quegli stanzoni da cui non si usciva più, finivano spesso anche i bambini. Sul tema si confronterano Tiziana Novello (ricercatrice e divulgatrice di storia di genere), Micaela Tosato (vicepresidente dell’Associazione Sbarre di Zucchero) e la saggista Annacarla Valeriano, moderate dalla comunicatrice scientifica Agnese Baini.

Visited 45 times, 1 visit(s) today
Condividi