Festa dell’uva tra innovazione e tradizione

imagazine_icona

redazione

6 Settembre 2023
Reading Time: 3 minutes

Torna a Cormòns l’evento che unisce cultura, sport e passione per il vino. Grandi novità in arrivo: dal Treno storico lungo i vigneti al volo in elicottero per ammirare il Collio dall’alto

Condividi

CORMÒNS – Un programma intenso che coinvolgerà volti noti del mondo della comunicazione nazionale, concerti, mostre. Ma anche l’emozione di sorvolare in elicottero le meraviglie del Collio o di giungere in città con il Treno storico attraversando suggestivi vigneti.

Si annuncia un’edizione speciale per la Festa dell’uva in programma a Cormòns il 15, 16 e 17 settembre, organizzata dal Comune di Cormòns con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia.

«Desideriamo che questo evento – spiega il sindaco di Cormòns, Roberto Felcaro – diventi un festival di carattere regionale. Per questo motivo abbiamo deciso non solo di aumentare il numero degli stand presenti e di ampliare l’area dedicata alla festa, ma abbiamo voluto incrementare i servizi per i visitatori, affinché tutti coloro che giungeranno in città possano godere a pieno di quanto Cormòns offre: qualità del vino, bellezze paesaggistiche, storia e monumenti».

Fulcro principale delle iniziative sarà piazza XXIV maggio, ma diverse attività sono in programma anche in altri spazi cittadini.

Piazza del municipio e la vicina via Matteotti, per esempio, si trasformeranno in un vero e proprio Salotto del Vino, grazie al percorso enologico proposto dall’Associazione italiana sommelier (Ais) e Organizzazione nazionale assaggiatori di vino (Onav) in collaborazione con il giornalista Stefano Cosma. Con quattro postazioni dedicate, ampio spazio sarà garantito ai vini autoctoni, con in programma anche masterclass, lezioni storiche e presentazioni dedicate ai vini rossi del Collio, al Pinot bianco giovane, agli spumanti e alla Ribolla. Saranno inoltre presenti anche chioschi di Street food con prodotti locali – in particolare dalla laguna di Marano e Grado – e della Carinzia.

In piazzale Sfiligoi, invece, spazio alla musica con le live band, mentre in piazza Libertà sarà collocata una scacchiera con scacchi giganti.

Quest’anno la sfilata di trattori e gruppi folkloristici della domenica pomeriggio avrà un prologo con una mostra a tema: la Società Cormonese Austria esporrà infatti in via Matteotti 200 fotografie storiche nell’ambito di un’esposizione visitabile fino al 29 ottobre (da lunedì a domenica dalle 10 alle 18). Oltre a questa, saranno visitabili anche altre esposizioni nel Museo del territorio e in Sala civica, come la raccolta di etichette del Pelinkovac Abuja e quella sulla Grande Guerra e conflitti attuali.

Sempre in ambito culturale spazio a presentazioni di libri e talk show, tra cui quello dedicato alle conseguenze del cambiamento climatico sull’agricoltura, domenica pomeriggio (ore 15 in Sala Civica).

«La Festa dell’uva di quest’anno – aggiunge l’assessore alla cultura, Anna Bortolotti – porta con sé molte novità dal punto di vista culturale ed enogastronomico. La rimessa al centro del vino come prodotto d’eccellenza del nostro territorio, che sfocia anche nella parte culturale, è la dimostrazione di una manifestazione che cresce e di un territorio che vuole raccontare la sua storia. Enogastronomia, arte, eventi culturali pensati e creati ad hoc, sport, concerti, degustazioni e tanto divertimento».

I “padrini” della kermesse saranno invece i giornalisti sportivi Marina Presello e Pierluigi Pardo che condurrà venerdì alle 18.30 il format Goal a Grappoli.

Oltre a loro, sono attesi anche Francesco Guidolin, Francesco Repice, Aldo Serena e il “padrone di casa” Bruno Pizzul, per parlare di calcio e passione per il vino, con uno spazio speciale dedicato anche al ciclismo: venerdì sera, infatti, Collio Bike Team organizzerà la gara in notturna “Vino di Pedalà”, senza scordare le dimostrazioni di e-bike e la Collio Brda Classic, che porterà a Cormòns appassionati vestiti come i corridori degli anni Venti, con due ruote del periodo.

In tema pedali sarà anche il nuovo premio del Comune in memoria di Enzo Cainero, che verrà consegnato a un ciclista friulano.

A proposito di emozioni speciali, da Trieste arriverà il Treno storico con un tragitto attraverso vigneti, colline e abbazie di Cormòns e Corno di Rosazzo, mentre dai Giardini della Pace si potrà salire sull’elicottero per ammirare il Collio dall’alto, grazie a un volo della durata di una manciata di minuti con il servizio di Elifriulia.

Sabato 16 e domenica 17 settembre si potranno effettuare voli in elicottero dalle 10 alle 17, prenotandosi allo stand di Elifriulia presso i Giardini della Pace, da dove partirà anche l’elicottero. Il prezzo a persona è 60 € per gli adulti e 50 € peri bambini fino a 12 anni. I voli dureranno circa 6 minuti. L’elicottero può portare massimo 5 persone alla volta.

Visited 15 times, 1 visit(s) today
Condividi