Gorizia, conto alla rovescia per Gusti di Frontiera

imagazine_icona

redazione

12 Settembre 2023
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Dal 21 al 24 settembre attesi 341 stand dislocati in 14 Borghi geografici per offrire le specialità enogastronomiche di 30 diversi Paesi

Condividi

GORIZIA – Presentata nel parco del municipio la 18ª edizione di Gusti di Frontiera, rassegna enogastronomica in calendario a Gorizia dal 21 al 24 settembre e ospiterà i migliori piatti e prodotti di tutto il mondo: sarà possibile degustare le prelibatezze di 30 diversi Paesi nei 341 stand dei 14 Borghi geografici che saranno allestiti nel centro storico goriziano.

Tra i grandi protagonisti di questa edizione della manifestazione figurano alcuni tra i principali presidi Slow Food che troveranno casa nel nuovo “Parco del Gusto”, all’interno nell’area istituzionale ospitata nel parco municipale, e cureranno un ricco cartellone di incontri e show cooking. Un ruolo di primo piano sarà giocato anche dai prodotti con marchio Io Sono Friuli Venezia Giulia, attestazione della sostenibilità delle imprese regionali e la genuinità dei prodotti agroalimentari. L’offerta enogastronomica sarà arricchita da iniziative culturali e di intrattenimento, con presentazioni, musica tipica, esibizioni di ballerini e spettacoli.

“Una manifestazione ormai collaudata, cresciuta esponenzialmente nel corso degli anni e che presenta un ricco palinsesto di proposte culinarie e culturali. Qui a Gorizia c’è la possibilità di promuovere la cultura della nostra regione e al contempo far conoscere a una larga platea di visitatori la cucina e le tradizioni di tutto il mondo. Gusti di Frontiera è uno degli appuntamenti più attesi di un settembre che si conferma ricco di grandi eventi per il Friuli Venezia Giulia”, ha dichiarato l’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini.

“Intendiamo valorizzare – ha aggiunto il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna – la presenza di stand che propongono le eccellenze locali e regionali in vista del 2025, quando saremo Capitale europea della cultura assieme a Nova Gorica. L’area che era stata allestita in piazza Sant’Antonio lo scorso anno ha funzionato molto bene, oltre alle aspettative, a conferma che questa è la strada giusta”.

Alla conferenza sono intervenute anche l’assessore comunale ai grandi eventi, Arianna Bellan, e il direttore del GECT GO, Romina Kocina.

Visited 27 times, 1 visit(s) today