Da Trieste a Odessa: donate altre forniture mediche

Reading Time: 2 minutes
Condividi

Un’autoambulanza, sei defibrillatori e tre monitor per il monitoraggio dei parametri fisiologici per offrire servizi sanitari alla popolazione colpita dalla guerra

Condividi

TRIESTE – ASUGI (Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina) comunica che è stato donato del materiale medico a favore del Comune di Odessa.

L’iniziativa si svolge all’interno della “Operazione TOM – Trieste Abbraccia Mykolaiv” con la collaborazione tra ASUGI, 118 e Comune di Trieste.

L’“Operazione TOM – Trieste Abbraccia Mykolaiv” mira a realizzare iniziative di solidarietà nei confronti dell’Ucraina organizzando la consegna di aiuti umanitari.

ASUGI ha donato oggi al Comune di Odessa – tramite il Comune di Trieste – un’autoambulanza, sei defibrillatori e tre monitor per il monitoraggio dei parametri fisiologici che saranno utilizzati per offrire servizi sanitari alla popolazione colpita dalla guerra.

All’ingresso del Municipio, in Piazza Unità d’Italia, è stato posizionato il mezzo donato.

L’ambulanza donata fa parte del parco macchine di ASUGI ed è un Ducato che, a causa dell’alto numero di chilometri percorsi, in Italia, per la normativa vigente non è più utilizzabile nei casi di emergenza urgenza e sarebbe da demolire. Il mezzo è però ancora funzionante e in buono stato.

I defibrillatori e i monitor per il monitoraggio dei parametri fisiologici donati fanno parte della strumentazione medica di ASUGI che è stata sostituita in quanto obsoleta.

Sia i defibrillatori che i monitor per il monitoraggio dei parametri fisiologici sono perfettamente funzionanti anche se figli di una tecnologia ormai superata.

Alla cerimonia di consegna hanno partecipato il direttore generale di ASUGI, Antonio Poggiana, il vicesindaco di Trieste, Serena Tonel, l’assessore comunale al Bilancio, Everest Bertoli, il direttore Dai Anestesia e Terapia Intensiva, Umberto Lucangelo, il responsabile della SSD Emergenze Territoriali, Alberto Peratoner, la responsabile Operazione ToM, Beatrice Micovilovich, e l’assessore regionale alla salute, politiche sociali e disabilità Riccardo Riccardi.

Operazione TOM – Quanto fatto finora

Marzo 2022: attivazione da parte del Comune di Trieste del conto corrente per raccogliere le donazioni con la causale “Trieste abbraccia Mykolaiv”

6 aprile 2022: partenza del primo convoglio di aiuti umanitari organizzato da Comune di Trieste e dalla Protezione Civile nell’ambito della cosiddetta “Operazione TOM – Trieste Abbraccia Mykolaiv”, pianificata per portare medicinali e beni di prima necessità al popolo ucraino, con spedizione organizzata dal Comune di Trieste in collaborazione con la sezione ANA della Protezione civile di Trieste

30 giugno 2022: partenza secondo convoglio con ulteriori 55 tonnellate di merci costituite da generi alimentari, medicinali e cibo per animali. Organizzazione a cura del Comune di Trieste.

Dicembre 2022: raccolta e acquisto di giocattoli e dolciumi per il natale dei bambini di Mykolaiv, con il coinvolgimento degli istituti scolastici del Comune di Trieste. Organizzazione a cura del Comune di Trieste.

Agosto 2023: donazione di un’ambulanza al Comune di Mykolaiv e n. 3 stazioni per erogare anestesie in sala operatoria corredate di filtri e apparecchiature. Operazione avvenuta grazie alla collaborazione tra ASUGI, 118 e Comune di Trieste.

Giugno 2024: donazione di un’ambulanza e n.6 defibrillatori e n.3 monitor per il monitoraggio dei parametri fisiologici. Operazione avvenuta grazie alla collaborazione tra ASUGI, 118 e Comune di Trieste.

Visited 30 times, 1 visit(s) today