Corovirus, in FVG un piano per 200 posti letto aggiuntivi

imagazine_icona

redazione

16 Marzo 2021
Reading Time: < 1 minute
Condividi

La conferma del vicegovernatore Riccardi

Condividi

Una manovra capace di garantire circa 200 posti letto Covid aggiuntivi nelle strutture del sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia per far fronte a un eventuale aumento di ricoveri.

Ad anticiparla è stato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, sul piano di ampliamento del numero di posti Covid negli ospedali regionali.

È stata predisposta una programmazione in due fasi. La prima, a fronte di una situazione che riguarda l’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale (Asufc) appena rimodulata (372 posti letto di cui 39 intensivi tra Udine, Palmanova e San Daniele del Friuli), prevede per l’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina (Asugi) un ampliamento di 33 posti letto a Cattinara, 24 a Gorizia e ulteriori 15 nel privato accreditato.

Relativamente all’Azienda Sanitaria Friuli Occidentale (Asfo) sono 24 i posti letto riconvertibili in prima battuta.

Per la seconda fase l'Asufc ha pianificato una riconversione di 37 posti letto nel presidio di Palmanova e 5 terapie intensive a Udine, mentre per Asugi sono previsti ulteriori 30 a Gorizia (destinando l'attività chirurgica a Monfalcone) e altri 6 posti di Terapia intensiva a Cattinara.

Nell'Azienda del Friuli Occidentale è fissata la riconversione di altri 40 posti letto, con la possibilità di espandere a ulteriori 25.

Visited 7 times, 1 visit(s) today