Come affrontare il freddo invernale in ufficio?

imagazine_icona

redazione

1 Febbraio 2023
Reading Time: 2 minutes

Svolgere un lavoro in un ambiente freddo può rappresentare un vero problema. Ecco conseguenze e soluzioni

Condividi

Siamo ormai nel pieno dell’inverno e le temperature attuali lo dimostrano. Ci aspettano ancora un paio di mesi prima dell’avvento della primavera e un nuovo fronte freddo sta per investire il Vecchio Continente, Italia inclusa, causando un ulteriore crollo delle temperature.

Per molte persone svolgere un lavoro in un ambiente freddo può rappresentare un vero problema, specialmente se si tratta di un lavoro che implica poca mobilità, come quello d’ufficio.

Oggi approfondiremo alcune informazioni utili per riuscire a lavorare nelle condizioni migliori anche con le basse temperature.

Il binomio freddo-lavoro

Viene definito lavoro al freddo quello eseguito a temperature al di sotto dei 15° C, se si tratta di lavoro sedentario. Sebbene i rischi maggiori riguardino i lavori svolti a temperature inferiori a 5° C, anche nel primo caso i lavoratori sono esposti al rischio. Lavorare al freddo può generare disturbi sia agli arti superiori che agli arti inferiori: tra tutti spiccano la perdita di sensibilità e i geloni, con conseguente riduzione della motilità, soprattutto delle mani.

Temperature eccessivamente basse possono inoltre causare stanchezza e un senso di malessere generalizzato.

Alcuni consigli rivolti ad aziende e datori di lavoro per la gestione del rischio, in osservanza al contenuto del DLgs 81/08, prevedono: l’utilizzo di un riscaldamento locale, la messa in atto di misure volte a evitare la formazione di correnti d’aria e l’impiego di tappetini isolanti su cui poggiare i piedi. Una valida soluzione a cui le imprese possono ricorrere in inverno per assicurare comfort in ufficio ai loro lavoratori, poi, è quella di ricorrere ad alcuni gadget ad hoc per l’inverno, scegliendo tra quelli attualmente disponibili sul web, come ad esempio le tazze termiche proposte online su axonprofil.it, per citare un’opzione. Si consiglia inoltre di predisporre un erogatore di bevande calde e di fornire ai lavoratori dei piccoli riscaldatori portatili, utili in particolar modo per le mani.
Come affrontare il freddo in ufficio

Vi sono tuttavia una serie di tecniche e metodi alternativi per combattere il freddo in ufficio, incominciando dall’abbigliamento, che è l’aspetto più importante. Come vestirsi contro il freddo? Le tute termiche possono fare la differenza, pur essendo sottili e traspiranti, garantiscono l’isolamento termico e il mantenimento della temperatura corporea. In alternativa è consigliato l’utilizzo di calzemaglie e leggings felpati, altrettanto sottili e comodi per essere indossati al di sotto di qualsiasi altro indumento. Alcuni tessuti sono più caldi di altri, per cui è bene optare per capi realizzati con materiali di qualità, come lana merino, l’alpaca, il cachemire o il mohair.
Infine, come anticipato, si può ricorrere a delle tazze fumanti di bevande calde e corroboranti come tè, tisane o un cappuccino: ottimo modo per scaldarsi dall’interno e scaldare le mani.  In extrema ratio, qualora sia possibile, è consigliato l’utilizzo di guanti, optando magari per modelli senza dita, oppure di scaldamani elettrici o chimici.

 

Visited 17 times, 1 visit(s) today
Condividi