Cividale, visite record al Tempietto Longobardo

imagazine_icona

redazione

29 Gennaio 2016
Reading Time: 2 minutes
Condividi

Sfiorata quota 47 mila accessi nel 2015

Condividi

Inaugurato da sole due settimane, il nuovo percorso di visita al Tempietto Longobardo di Cividale del Friuli ha già riscosso successo. “I turisti hanno dimostrato di gradire questa novità – spiega l’assessore al Turismo Daniela Bernardi – tant’è che molte sono le prenotazioni e le richieste per vedere da vicino le sante del Tempietto, unicum al mondo”.

In occasione dei lavori di restauro del Monastero di Santa Maria in Valle e della chiusura momentanea dell’abituale accesso al piano inferiore del Tempietto, il Comune, infatti, in via del tutto eccezionale e per un periodo limitato, ha creato un percorso alternativo che permette ai visitatori di osservare gli stucchi attraverso le finestre dell’aula, proprio all’altezza della teoria delle Vergini e Martiri, quasi “a tu per tu” con le stesse, accedendo anche ad alcuni ambienti interni del Monastero stesso.

Se il 2016 si è aperto con questa novità, il 2015 si è concluso con “un bilancio in termini di visitatori sicuramente positivo, superando abbondantemente quota 40.000 turisti paganti” aggiunge Bernardi.

Nel 2015 i turisti che hanno acquistato il biglietto sono stati in tutto 44.719; a questi devono essere aggiunte oltre 2.000 gratuità fra bambini di età inferiore a otto anni, giornalisti e autorità.

Inferiore di poco più di mille unità rispetto all’anno-boom del 2014 (che aveva fatto registrare un altissimo afflusso con un totale di 46.060 visitatori con biglietto), i dati del 2015 sono superiori di 4.611 paganti rispetto al 2013 (totale di 40.108), e di un migliaio di persone rispetto al 2012 (43.033).

Tornando all’anno scorso, i mesi durante i quali il Tempietto Longobardo è stato maggiormente visitato dai turisti non organizzati in gruppi sono stati aprile, maggio e agosto; settembre, invece, è il periodo preferito dai gruppi con guida. Le provenienze dei turisti sono rimaste molto variegate: la maggior parte proviene dalle regioni vicine; dall’estero, oltre ai turisti da Austria, Slovenia e Germania, nel 2015 si è riscontrato un incremento di presenze da Svizzera, USA, Russia e Australia.

 

Oratorio di Santa Maria in Valle

L’Oratorio di Santa Maria in Valle, conosciuto anche come Tempietto Longobardo, è collocato all’interno del Monastero di Santa Maria in Valle e fa parte di un percorso culturale che attraversa le vie cittadine, fortemente caratterizzato da storia, fascino e suggestione. È stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco nel giugno del 2011. Le sue incerte origini e destinazione ne accrescono l’interesse. Si pensa fosse la cappella di un monastero benedettino femminile. Stucchi e affreschi rispecchiano fedelmente il passato dell’oratorio e una visita permette di cogliere l’atmosfera misteriosa e raccolta dell’edificio, dedicato alla meditazione e alla preghiera.

 

Gli orari per le visite nel 2016

Aperto sette giorni su sette. Orario invernale: da lunedì a venerdì 10-13 e 14-17, sabato e festivi 10-17; orario estivo (1 aprile-30 settembre) da lunedì a venerdì 10-13 e 15-18, sabato e festivi 10-18.

Visited 3 times, 1 visit(s) today