Canoa Giovani, trionfo sangiorgino

imagazine livio nonis

Livio Nonis

13 Settembre 2023
Reading Time: 2 minutes

Gli atleti della compagine friulana sbaragliano la concorrenza nella competizione nazionale U14 per società

Condividi

SAN GIORGIO DI NOGARO – Continua la marcia trionfale del Canoa San Giorgio che vince la competizione nazionale Canoa Giovani per la decima volta negli ultimi undici anni.

1.064 giovani canoisti da tutta Italia sono convenuti sul lago trentino di Caldonazzo e hanno gareggiato dal sabato fino al pomeriggio della domenica nella manche decisiva per l’assegnazione del trofeo.

I canoisti suddivisi in tre categorie, in base all’età, hanno potuto confrontarsi in condizioni meteo ottimali sulle distanze dei 2000 e dei 200 metri su imbarcazioni singole e multiple.

Il San Giorgio, sotto la guida tecnica di Paolo Scrazzolo, aiutato da Alessio Soardo e Matteo Venturelli, ha schierato equipaggi nelle specialità kayak e canadese e in virtù di questa partecipazione e del gran numero di atleti che ha portato a Caldonazzo è riuscito ad accumulare i punti che lo hanno collocato al primo posto della classifica a quota 3.347, davanti alle altre 91società che vi hanno preso parte.

Al secondo posto si è classificata la laziale Fiamme Gialle con 1.753 punti e terza la siciliana Naxos con 1.351.

Oltre alla classifica generale il San Giorgio ha pure vinto quelle del kayak maschile, kayak femminile e canoa canadese. Grazie a queste vittorie si è portato casa la maggior parte dei premi, messi in palio dalla Federcanoa, consistenti in canoe e pagaie che vanno ad icrementare il parco barche della società della Bassa friulana.

Per i giovani canoisti, alcuni alla loro prima trasferta, con due notti a dormire in tenda, è stata una bella esperienza prima di fare ritorno nelle aule scolastiche. Ad accompagnare la squadra del San Giorgio oltre al presidente Luca Scaini c’erano anche Clara Smilzotti, responsabile del settore U14, Luigi Scarantino, Michele Taverna Turisan, responsabile logistico, aiutato da Marida Del Piccolo nel tenere a bada i più vivaci e poi i moltissimi genitori che con grande entusiasmo hanno potuto festeggiare assieme ai figli l’ennesima vittoria della canoa sangiorgina.

 

Condividi