Alloggi di edilizia popolare, Comune e Ater incontrano gli inquilini

imagazine_icona

redazione

23 Febbraio 2023
Reading Time: 2 minutes

A Monfalcone un confronto per raccogliere le segnalazioni sulle criticità da risolvere nel rione Largo Isonzo – Crociera

Condividi

MONFALCONE – Proseguono gli incontri che il Comune di Monfalcone organizza per ascoltare i cittadini residenti negli alloggi Ater.

Nel corso dell’ultima riunione che si è svolta presso l’oratorio Foschian, il sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint – insieme all’assessore alle Politiche Abitative, Tiziana Maioretto, al consigliere comunale con delega ai Rioni, Irene Cristin, ai tecnici del Comune e di Ater Gorizia, nonché del Consiglio di Amministrazione dell’ente presieduto da Fabio Russiani – ha ascoltato dai cittadini le segnalazioni relative agli alloggi presenti nel Rione Largo Isonzo-Crociera, nello specifico, nelle vie Isonzo, Gramsci, Gigli e Aquileia.

“Come sempre – le parole del presidente Russiani – Ater è a servizio dei cittadini: ringrazio il Comune di Monfalcone per questo incontro perché ha dato la possibilità di ascoltare le esingenze e le problematiche vissute dagli inquilini. Ci siamo da subito attivati per per fornire risposte rapide e concrete”.

“Incontrando i cittadini – ha dichiarato il sindaco – abbiamo modo di ascoltare dalla loro viva voce quali sono i problemi che affrontano ogni giorno all’interno dei loro alloggi, al fine di trovare soluzioni efficaci per risolverli. Abbiamo incontrato gli inquilini residenti nei vari rioni in cui sono presenti gli alloggi di edilizia popolare, sia di proprietà del Comune e gestiti da Ater sia di proprietà di Ater, e abbiamo riscontrato che alcune criticità sono comuni. Stiamo delineando il quadro degli interventi da effettuare per capire quali sono le priorità in base alla gravità e all’entità dei danni e quali saranno gli investimenti da fare e a questo proposito i tecnici del Comune e di Ater stanno effettuando i sopralluoghi nelle abitazioni per le quali sono già pervenute le segnalazioni”.

Nel corso della riunione, Ater ha comunicato che nello stabile di via Gramsci 12 verranno sentiti i proprietari privati di alcuni alloggi per valutare la possibilità di accedere al nuovo bonus che prevede contributi al 90%. Nella stessa via sono previsti gli allacciamenti alle fognature per i condomini dei civici 8, 10, 12, 14 e 14a e verranno riqualificati i locali delle ex centrali termiche.

Durante l’assemblea, le segnalazioni degli inquilini hanno riguardato gli stabili di via Gigli 11, 13, 15, 17, 19, 21, 23, via Aquileia 84, via Gramsci 2, 4, 6, 8, 10, 12, 14 e via Isonzo 51 evidenziando, principalmente, infiltrazioni, serramenti non più efficienti, presenza di muffa sulle pareti, cassonetti per il conferimento dei rifiuti senza serratura che vengono utilizzati anche da utenti esterni, frequente occlusione delle fognature, assenza o guasti ai citofoni e richieste di potatura degli alberi.

 

Visited 5 times, 1 visit(s) today
Condividi