Aiello, utilizzo di mezzi motorizzati solo per stretta necessità

imagazine livio nonis

Livio Nonis

29 Aprile 2020
Reading Time: 3 minutes
Condividi

Dalla prossima settimana riapre la casetta dell’acqua

Condividi

L'ordinanza del presidente della Regione FVG del 26.4.2020 consente di “svolgere attività motoria, limitatamente a passeggiate, corse a piedi o in bicicletta, nel territorio del proprio comune, indossando la mascherina o comunque una protezione a copertura di naso e bocca, mantenendo comunque la distanza interpersonale di almeno un metro, ad eccezione delle persone conviventi o che richiedano assistenza”.

“Tale norma – rende noto l’amministrazione comunale di Aiello del Friuli – esclude categoricamente la possibilità di utilizzare mezzi motorizzati, anche nelle strade tra i campi e comunque all'interno del nostro comune, se non per motivi di stretta necessità (motivi di lavoro, spesa o salute). Da notare che sulla base delle Ordinanze e dei DPCM, resta in vigore ancora almeno fino al 18 maggio il divieto di varcare i confini del proprio Comune, se non per motivi di lavoro, di salute e – a partire dal 4 maggio – anche per andare a trovare i propri “congiunti” (è in corso di chiarificazione, da parte della Presidenza del Consiglio, il significato del termine “congiunti”). Occorrerà in ogni caso ancora l'autocertificazione, anche per spostamenti all'interno della stessa regione. Anche per ciò che riguarda l'accesso al centro di raccolta rifiuti di Bagnaria Arsa, essendo situato fuori comune, rimane la prescrizione di andarci esclusivamente per motivi “di urgenza” e non quindi solo “di necessità”, per evitare spiacevoli conseguenze derivanti da eventuali controlli da parte delle forze dell'ordine”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel frattempo vengono pubblicati oggi sul sito del Comune i nuovi criteri d'accesso ai buoni spesa. Sono ora disponibili anche per i domiciliati o dimoranti non residenti, vengono alzate le soglie di reddito e quelle del conto corrente della/del capofamiglia. Inoltre anche chi percepisce già sussidi (statali, regionali e comunali) superiori ai 100 euro mensili può beneficiare ugualmente dei buoni spesa, anche se li riceverà cronologicamente dopo l'erogazione dei buoni a coloro che allo stato attuale ricevono sussidi inferiori ai 100 euro mensili. Infine è ora possibile, insieme ai generi alimentari, comprare anche altri generi di assoluta prima necessità, oltre che negli esercizi già indicati (panificio Orso, Eurospesa e La Sila di Joannis), anche nella farmacia e nell'edicola di piazza Roma.

Sabato è prevista l'ultima consegna delle mascherine lavabili fornite dalla Regione: a quel punto tutti i nuclei familiari dovrebbero aver ricevuto un kit di due mascherine, a eccezione di coloro che non sono stati trovati in casa nei precedenti passaggi. Nel caso in cui non fossero state consegnate, si può avvisare la Protezione Civile, a partire da martedì 5 maggio, chiamando il numero 339 638 2180.

Infine da lunedì 4 maggio il CAFC riaprirà e rimetterà in funzione tutte le “case dell'acqua” dei Comuni di competenza. Pertanto sarà di nuovo possibile accedere al rifornimento d'acqua nella “casetta di via Cavour, tenendo presente rigorosamente le prescrizioni: utilizzo della mascherina protettiva, possibilmente guanti per evitare di toccare direttamente il bottone per l'erogazione, distanza di un metro (meglio di più) tra una persona e l'altra, divieto di assembramento.

Visited 2 times, 1 visit(s) today